Utente 182XXX
Gentili dottori,
ho precedentemente inoltrato un post (http://www.medicitalia.it/consulti/Andrologia/183030/Oligospermia-severa) in cui vi portavo a conoscenza di uno spermiogramma riportante una severa oligospermia (esame svolto in data 11.09.10)

In seguito al consulto online con il dottor Maretti e con il mio urologo ho eseguito un altro spermiogramma in data 09.12.10 presso una clinica vicino casa mia, e lo riporto di seguito:

Aspetto: proprio
Volume: 3 ml
pH: 8,5
Fluidificazione: normale
Viscosità: normale
Numero: 16.000 N/mcL
Mobilità lineare: 25%
Discinetici: 5%
Immobili: 70%
Morfologia normale: 98% (!!!)
Morfologia atipica: 2%
Atipia prevalente: ipotrofia alla testa
Leucociti: alcuni (?)
Emazie: parecchie (???)
Cellule epiteliali: alcune
Corpuscoli prostatici: assenti

Per quel poco che so di spermiogrammi e anche leggendo i post di questo sito mi sono reso conto che quel 98% è da supereroi per cui mi sono rivolto ad un centro che si occupa di FMA per eseguire un nuovo spermiogramma, a distanza di una settimana. E lo riporto:

Data: 16.12.10
Aspetto: proprio
Colore: normale
Volume: 2 ml
Fluidificazione: completa
Viscosità: normale
ph: 7,6
Concentrazione: 80 Mil/ml (senza fare niente!!!!)
Totale per eiaculazio: 160 Mil

1h motilità totale: 60%
tipica progressiva: 30%
discinetica: 20%
agitatoria in loco: 10%
Immobili: 40%

2h Motilità totale: 55%
tipica progressiva: 30%
discinetica: 10%
agitatoria in loco: 15%
Immobili: 45%

Morfologia spermatozoi
forme tipiche: 25%
forme atipiche: 65%
forme giovani: 10%

cellule per campo: 4-5
zone di spermioagglutinazione: rare

Conclusioni: LIEVE TERATOSPERMIA


domande:
1) a quale dei due spermiogrammi devo credere?
2) sono normali questi sbalzi numerici?
3) posso pensare di procreare naturalmente con questa situazione? (sempre se dura)
4) che consigli mi date?

Grazie mille

g

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
questi sbalzi somno noto, lo spermiagramma ha fluttuazioni. ora bbisogna vedere se queste fluttuazioni sono determinate da un quaòlche fattore che può essere curato, ovvero è una cosa genetica su cui nulla si può fare. onsulti un collega dal vivo
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore,
grazie per la risposta.
Sono già in cura con un urologo che a gennaio dovrà asportarmi un piccolo nodulino che si trova sul testicolo sinistro.
Vista l'iniziale oligospermia severa l'urologo mi aveva proposto di fare una biopsia testicolare in fase di operazione del nodulino ("visto che ci troviamo lì"!!!).
Pensa che possa essere utile per avere lumi sulle oscillazioni dello spermiogramma?
Un caro saluto
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
aspotrtare nodulino sì, fare una biopsia ho seri dubbi che possa aggiungere qualche cosa alla diagnopsi fattibile con altri mezzi,.
[#4] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore, prima di tutto le auguro un buon anno!
Vengo subito alla questione premettendo che ho deciso di riderci su altrimenti impazzisco.
Oggi sono stato dal mio (ex!!!) urologo per mostrare gli esiti che le ho riportato sopra ed una volta visionati gli spermiogrammi mi ha detto che non era il caso più di fare la biopsia e nemmeno di asportare il nodulino, questo perché l'intervento era mirato principalmente alla biopsia e visto che questa non è più necessaria è "inutile andare a stuzzicare la parte".
Per cui nuova RM a fine febbraio (l'ultima è di ottobre scorso) e poi si vede!
Sono sconcertato. Nel frattempo, dietro Suo consiglio, ho contattato un andrologo dell'Umberto I di Roma.
Grazie tante
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.
[#6] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore,
ho fatto una nuova ecografia (ECD) in cui è stato evidenziato che il nodulino al testicolo è rimasto sia in aspetto che in dimensione identico a ottobre scorso ed ora attendo di mostrarla al mio andrologo (che non è più quello di cui Le parlavo nei posto precedenti).

Ho eseguito anche un nuovo spermiogramma che le riporto di seguito:
data del 24/02/11

Aspetto: proprio
Volume: 2,1 ml
Fluidificazione: fisiologica
Viscosità: nei limiti
ph: 7,4
Concentrazione: 42 Mil/ml
Totale per eiaculazio: 88,2 Mil

2h motilità: 45% rettilinea + 5% discinetica

4h Motilità totale: 40% + 5% discinetica

Morfologia spermatozoi
tipici: 25%
atipici: 75%

leucociti/ml 700.000
elementi d linea spermatogenica: numerosi
corpuscoli prostatici: presenti

La porto a conoscenza del fatto che nel periodo in cui ho fatto l'esame soffrivo di lievi bruciori sia sulla punta del pene che tra l'ano e lo scroto (che ancora adesso ho, anche se molto lieve) per le quali ho fatto una urinocoltura ed una spermiocoltura.

Capisco che la mia domanda è brutale: secondo Lei con questo spermiogramma è possibile avere una gravidanza per vie naturali?

La ringrazio
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Sovrappomnilbile al prec. Vale la pena consitnuare iter, senza biopsia.
[#8] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore,
il mio andrologo mi sta facendo eseguire una serie di controlli per ciò che riguarda il nodulino: farò una ecografia con mezzo di contrasto e forse una nuova risonanza magnetica, e nel giro di breve tempo ripetere ecografia, anche se da quello che ormai ho capito per conoscere la vera natura del nodulo è necessario asportarlo e fare esame istologico.
Le chiedo: il fatto che comunque da ottobre ad ora sia rimasto totalmente inalterato mi può fare stare un po' tranquillo?
e poi se il mio andrologo dovesse decidere di farmi operare per rimuovere il nodulino, quanto verrebbe intaccata l'integrità del testicolo? rischio l'asportazione di tutto il testicolo?
Se le fa piacere La terrò aggiornato.
Grazie
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Dipende da dove è il nodulino. e da cosa dicono esami del nordulino stesso. Ma questo è iter
[#10] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore buonasera e ben ritrovato,
dopo vari tentativi per avere un bambino per via naturale abbiamo deciso, con mia moglie, di intraprendere la fecondazione intrauterina. L'esame del liquido seminale dopo la separazione è risultato come segue:
concentrazione per ml: 5 milioni
rettilinei 80% discinetici 10% (mi chiedo che fine abbia fatto il restante 10%)
forme atipiche 38% (testa)

Mi chiedevo se i parametri di riferimento sono sempre quelli degli spermiogrammi "normali" o dopo separazione ne hanno altri.
E soprattutto se in queste condizioni ci siano buone probabilità di poter avere una gravidanza!
Consideri che uno spermiogramma fatto nell'aprile scorso era del tutto diverso (soprattutto nel numero).
La ringrazio
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La insiemuinazione intrauterina, prevede che si isolino almeno 2 milioni di spermatozi/ml, meglio se sopra i 5 milioni, direi che ci siamo. I parametri per inseminazione sono diversi, in quanto gli spermatozi vengono preparati e quelli malandati muoiono. La percentuale di successo mediante inseminazione è 11% a tentativo: l' inseminazione se possibile ( enel suo caso è possibile) va fatta prima di passare ad altre tecniche (legge 40/2004).
[#12] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Ero consapevole delle bassissime probabilità di riuscita (mi chiedo a questo punto che farla a fare?) però pensavo che si attestassero intorno al 18% (o almeno così mi pare di avere letto qualche tempo fa). Immagino che tutto dipenda dalla condizione personale degli interessati...! Incrocio le dita! E intanto la ringrazio e le auguro buone feste!
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
L' inseminazione ha quelle di possibilità. Non di più. Buone feste e speriamo.
[#14] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore, dopo due tentativi di inseminazione intrauterina senza successo (e senza alcuna stimolazione) io e mia moglie ci siamo rivolti ad un altro centro di procreazione assistita dove ci è stato suggerito di provare con una inseminazione intratubarica (con stimolazione) e poi in caso FIVET. Inoltre abbiamo svolto delle analisi genetiche dalle quali si sono evidenziate due mutazioni genetiche per mia moglie: la 4G/4G e la MTHFR c677t eterozigote. Inoltre polimorfismi per i geni ESR1 ed ESR2 (ESR1 Pvull 397T>C: C/T; ESR2 39A>G: A/G; GENOTIPO: elevato rischio).
La dott.ssa del centro che ha visto le analisi ha comunque deciso di avviare il tentativo di inseminazione intratubarica prescrivendo a mia moglie Chirofert (integratori da subito) e Gonal (un siringone da somministrare per 15gg a partire dal 2 giorno di ciclo). Inoltre dovremmo procurarci (sempre per mia moglie) i seguenti farmaci da somministrare eventualmente (da quello che ho capito) in caso di esito positivo dell'inseminazione: Gonasi, Prontogel, Seleparina, Aspirinetta, Deltacortene, Dufason, Amplital, Folidex.
La cosa più importante che in questo momento mi preme sapere è se con le mutazioni di cui sopra, in caso di gravidanza, mia moglie verrebbe sottoposta a qualche rischio per la sua salute. E se comunque lei reputa corretto il procedimento che ci hanno proposto. è vero che sotto queste condizioni i rischi di aborto aumentano e che c'è un elevato rischio di "rischio da iperstimolazione ovarica"?
La ringrazio in anticipo!!!