Utente 186XXX
Gentili specialisti,
Ho appena compiuto 28 anni e mi appresto ad essere sottoposto ad un intervento di circoncisione a causa di una fimosi serrata, presso l'ospedale di Bolzano.
La mia è una domanda di ordine "Tecnico" che serve a togliermi una particolare perplessità;
In erezione noto che le vene arrivano fino quasi alla fine del prepuzio e questo mi fa pensare che esse dovranno essere incise per forza di cose, per poter allargare il prepuzio al punto da farlo scendere sotto il glande. Logicamente in stato non eretto il prepuzio forma una punta ed esse non si vedono e sono molto più indietro. Se non rilevate possono dare problemi prettamente chirurgici? come si procede in presenza di una vena?
Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
è praticamente la norma incontrare dei vasi venosi in corso di circoncisione. Ciò non costituisce assolutamente un problema: i vasi sanguigni vengono cauterizzati in corso di intervento.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della veloce e positiva risposta.
Un saluto!