Utente 186XXX
salve e da circa un mese che riesco con difficoltà a far uscire il glande del mio pene e noto che al di sotto del glande ci sono sostanze bianche che sono attaccate alla superfice inferiore del glande vorrei sapere a cosa e dovuta questa difficolta nel far uscire il glande e cosa sono queste sostanze bianche tipo sperma ... ringrazio in anticipo per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Da quello che ci scrive sembra essere presente un anello fimotico e la "sostanza bianca", da lei segnalata, è lo smegma cioè una "combinazione" dovuta alle secrezioni, prodotte dalle piccole ghiandole sebacee di Tyson, che si trovano a livello del solco balano-prepuziale e cioè a livello della circonferenza della corona del glande, a cui si aggiungono anche le cellule che provengono dalla desquamazione che si ha a livello sempre del prepuzio e del glande.

Detto questo però ora è giunto il momento per fare una precisa valutazione clinica, in diretta con esperto andrologo.

Nell'attesa della vista specialistica, ulteriori informazioni può comunque trovarle nell'approfondimento del collega Maio:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220.

Infine altre notizie più dettagliate su eventuali ed altri problemi di natura andrologica, che interessano i giovani uomini, può trovarle anche nell’articolo, pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio ma vorrei sapere cosa si possa fare per diciamo ritornare normale...e aggiungo che queste sostanze bianche sono presenti in piccola quantita anche sul prepuzio... e se uno nn volesse fare niente ci sono peggioramenti o conseguenze?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quello che ora bisogna fare è sentire in primis il suo medico di fiducia e poi a ruota un esperto andrologo.

Sarà lui che, verificata la sua reale situazione clinica, le darà poi tutte le corrette indicazioni diagnostico-terapeutiche da seguire.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

cerchi di curare la igiene locale , lavandosi mattina e sera dopo aver scoperto il glande.
Si faccia vedere dal suo medico o da uno specialista ( A Napoli e nel nostro sito non mancano!) per valutare se ci siano gli estremi per una correzione chirurgica
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille dell'aiuto
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta la valutazione specialistica e prese le decisioni cliniche del caso poi ci aggiorni, se lo desidera.