Utente 161XXX
Salve,
ho appena avuto un intervento per il raddrizzamento del pene perchè in origine era curvo a 90° vs l'alto e aveva una torsione a 45° vs dx, sono passati 35 gg da quando mi hanno operato si sono tolti i punti e rimarginate le ferite. Tutti i medici e anche chi mi ha operato mi ha detto che è andato tutto bene e tutto è a posto. Ma non è così perche in erezione il mio pene è ancora storto, certo non più come prima, riguardo la curvatura è leggermente inferiore a 90° ma curva prima di dove curvava prima, cioè più vicino alla base del pene, e ha ancora una torsione circa di 20° sempre vs dx. Il mio medico curante sostiene che non si può fare di meglio e che fra un decina di anni tornerà più o meno a come era prima dell'intervento perchè la mia è una malformazione congenita ed io dovrò ridargli una "addrizzatina". Ma come è possibile tutto ciò? Possibile che con l'operazione chirurgica non ho risolto il problema completamente e definitivamente? Qualcuno sa dirmi qualcosa perfavore? sono molto preoccupato. Grazie anticipatamente a tutti coloro che mi risponderanno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,quanto affermato dal Collega non e' esatto ne' prevedibile.Se non si fida,cerchi un analogo con esperienze piu' vaste.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Quindi secondo Lei dottore,
non tornerà a curvarsi di nuovo? e perciò non c'entra niente il fatto che sia congenito? Quanto al fatto che la situazione di curvatura e torsione non è completamente risolta vuol dire che devo fare un altro intervento?

Grazie infinite per attenzione tempo e pazienza a me dedicatomi.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
....SENZA POTER VEDERE E' DIFFICILE GIUDICARE.CORDIALITA'.
[#4] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore,
so che è difficile ma mi dica qualcosa in base a quello che le ho detto io, se le serve un ulteriore dettaglio posso fornirglielo io. Lei gentilmente mi dica come è possibbile che dopo un intervento per raddrizzamento del pene, ancora è curvo, e non solo ora noto che in erezione rimane verso l'alto, completamete attaccato al ventre. Grazie mille in anticipo, una sua risposta accurata e dettagliata mi consentirà di stare più tranquillo. di nuovo mille grazie
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...purtoppo non posso rispondere al Suo quesito,in quanto non riesco ad immaginare il quadro clinico e,principalmente,non conosco il quadro pre-operatorio.Ribadisco la necessita' di un parere reale e non virtuale.Cordialita'.
[#6] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
D'accordo con Lei dottore, però vorrei porle un quesito:
Da ignorante e curioso di ciò che sto passando mi sono andato a documentare ed informare sui fatti. Da quello che ho potuto capire quando la malformazione (curvatura penis) è congenita è dovuta al fatto che il tessuto cavernoso presenti delle piccole cistiti che irrigidiscono il tessuto, dove si trovano quest'ultime (solo su un lato) pare ovvio che quando il sangue inizia a pulsare per eregere il pene lì dove si trova il tessuto rigido e di conseguenza poco elastico in quel punto non aumenta di volume e ciò ad porta a generare una curvatura come se immaginassimo un palloncino, una delle tante tecniche sta appunto nel sostituire questi tessuti con altri tessunti reperibili in altre parti del nostro corpo, allora dottore quello che le chiedo è questo: perchè hanno deciso di correggere la curvatura con la semplice cucitura della parte in eccesso che forma la curva invece di eliminare definitivamente i tessuti e sostituendoli in modo che si definisse il problema una volta per tutte? è complicato? Grazie infinite