Utente 191XXX
Buongiorno, vorrei richiedere un consulto per mio padre.
Ha 76 anni, è alto 1,90m e pesa 100kg. Ha il problema dell'ipertensione che tiene sotto controllo prendendo una compressa al giorno da 20mg di enalapril. Purtroppo da qualche anno abbiamo scoperto che ha un aneurisma nel tratto ascendente dell'aorta di circa 48-50mm (diversi casi in famiglia). Prima di riportare i dati del referto dell'ultima RM vorrei esporre qual è la mia preoccupazione. Vorrei sapere se è sconsigliato prendere l'aereo (sarebbe il suo primo volo) nonostante la pressurizzazione. Il tempo di volo sarebbe di circa 80 minuti e mi chiedo se cambiamenti di pressione così repentini (ho letto che è come salire in montagna ad una quota di circa 1800-2000m) potrebbero essere pericolosi. Per il viaggio ritenete sia il caso di prendere un ansiolitico e/o di cambiare il dosaggio di enalapril?
Vi ringrazio molto.
"Lo studio mirato dell'aorta ha messo in evidenza dilatazione aneurismatica del tratto ascendente che presenta circa 50mm di diametro massimo, con decorso sostanzialmente regolare. Normale il calibro ed il decorso del tratto discendente dell'aorta e del suo tratto addominale fino alla biforcazione nelle iliache. Lieve dilatazione del bulbo aortico in corrispondenza dei seni di Valsava. Anello valvolare aortico, giunzione seno tubolare ed arco aortico nei limiti. Ventricolo sinistro di normali dimensioni, con spessori nella norma. Funzione sistolica globale conservata (FE 60%). Non evidenza di asimmetrie maggiori della cinesi segmentaria. Atrio sinistro ai limiti superiori della norma (area 21cm2). Apparato valvolare aortico tricuspide, continente, con degenerazione sclerocalcifica dei lembi, in assenza di ostruzione all'efflusso. Lieve insufficienza vavolare mitralica. Segni doppler di alterato rilasciamento ventricolare sx. Sezioni dx lievemente dilatate. Pressioni polmonari stimate nella norma (PAPs 30mmHg. Quadro di BPCO con componente enfisematosa che in corrispondenza del segmento posteriore del lobo superiore di destra assume aspetto bolloso. Coesiste a tale livello ispessimento focale della pleura mantellare sul versante posteriore. Fenomeni disventilatori si osservano in sede postero basale dx, ove non può del tutto escludersi minima componente parenchimale. Non significative linfoadenopatie a carico dei principali stazioni ilo-mediastiniche. Assenza di versamento pleurico. Nulla da segnalare a carico delle avveniva parenchimatose addominali ad eccezione di reni in dimensioni ridotte con rapporto cortico midollare modicamente assottigliato, particolarmente evidente a dx cui si associano formazioni cistiche la maggiore delle quali di diametro max 35mm."

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
considerando la patologia che affligge suo padre, è di fondamentale importanza mantenere un regime pressorio quanto più stabile è possibile, per cui, se il soggetto è ansioso, o comunque facilmente emozionabile con il suo primo viaggio aereo, gli ansiolitici potrebbero essere certamente d'aiuto.
Saluti