Utente 194XXX
Gentili Medici, ho un pene curvo verso il basso da sempre e l'urologo mi ha consigliato l'operazione per correggerlo. Riesco facilmente a riaddrizzarlo durante la masturbazione diminuendo di poco la rigidità. Non ho mai avuto rapporti penetrativi, e sono titubante per eventuali complicanze, per la circoncisione e la perdita di sensibilità come ho letto su questo sito:

http://www.cluroge.it/CorporoplasticaPeniena.aspx

In particolare mi spaventa la perdita di sensibilità. Questa è dovuta ad un errore chirurgico o si verifica spesso? Sono incerto sul da farsi, vorrei provare prima a penetrare, ma lo stesso urologo mi ha informato che nelle mie condizioni provando ad avere un rapporto sessuale c'è un rischio più elevato di frattura del pene.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,,

con un pene curvo, assolutamente, non cìè il rischio di fratture !!!!
Se la sua curvatura le crea disagio estetico e presume di avere problemi di penetrazione, allora consideri la correzione chirurgica
veda www.erezione.org
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Ma la curvatura è molto accentuata, e in queste condizioni per riaddrizzarlo e poter penetrare non posso avere un' erezione completa. Mi hanno detto che con una rigidità non al 100% c'è questo pericolo. Tra l'altro ho letto tra le risposte di suoi colleghi a consulti simili al mio che si rischiano importanti lesioni all'uomo e alla partner. Di che si tratta se non di fratture?
Comunque vorrei anche delucidazioni circa la perdita di sensibilità. Grazie per la cortese attenzione.
[#3] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le risposte, ora è tutto chiaro...