Utente 194XXX
Buongiorno. Avrei bisogno di un parere circa quanto mi è successo: il 3 Febbraio scorso a causa di una caduta sugli sci mi sono procurato 2 fratture: una alla base del 3 metacarpo della mano dx ed una alla base del 5. Recatomi all'ambulatorio traumatologico mi vengono appunto riscontrate queste 2 fratture, non viene specificato se composte o scomposte, presumo quindi siano composte e mi viene applicata una "fasciatura a palla", con prognosi di 25 gg,il dottore mi dice che probabilmente l'unico trattamento necessario sarà questo, mi viene però prescritto anche un nuovo controllo entro 8 gg. Io, lo ammetto, un po' stupidamente, riesco a fare la radiografia di controllo solo il 17/02, quindi 14 gg dopo e ieri faccio la visita di controllo dal mio ortopedico. La frattura alla base del 5° metacarpo risulta ora scomposta e a più frammenti, la scomposizione è molto evidente. In un primo momento lo specialista mi riferisce (e mette per iscritto) che occorrerà un intervento di osteosintesi chirurgica, dopo un'ora tuttavia mi chiama al cellulare e mi riferisce che dopo un consulto con un collega hanno deciso che per operarmi è troppo tardi, di mantenere quindi la fasciatura fino a fine febbraio, fare una radiografia di controllo il 1° marzo ed in seguito portargliela in visione, eventualmente potrà essere poi fatto un gesso "di posizione". La motivazione del cambio di opinione, oltre al troppo tempo trascorso dalla frattura, sarebbe anche che le fratture della base del metacarpo danno meno problemi e che quindi la guarigione dovrebbe esserci ugualmente senza eccessivi problemi.
Quello che più mi ha lasciato perplesso è stato il repentino cambio di opinione oltre al fatto che la scomposizione della frattura è molto evidente anche per l'occhio di un profano come me. Che ne pensate? Cosa dovrei fare?
Vi ringrazio anticipatamente per tutto l'aiuto che potrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non vedo perché stupirsi per il cambio di opinione di un medico che dopo aver espresso il proprio parere si è consultato con un altro, forse più esperto, e ha avuto la sensibilità e la disponibilità di smentirsi e di informarLa. E' però impossibile dirle cosa fare adesso senza poter valutare rx vecchie e nuove. L'unica cosa che può fare è chiedere un secondo parere, senza far passare altro tempo, a un Ortopedico esperto in chirurgia della mano. Può trovare qui un elenco dei chirurghi della mano della Sua regione (anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società) con indicate le strutture pubbliche nelle quali esercitano http://www.sicm.it/regioni.html?reg=8
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Dottore la ringrazio. Effettivamente ho già richiesto una nuova visita da un altro specialista. Concordo con Lei che per ribaltare una propria diagnosi ci voglia onestà e disponibilità, tuttavia quando una situazione apparentemente semplice invece di andare verso un miglioramento peggiora e lo specialista di fiducia cambia opinione in un'ora un po' di dubbi vengono. Grazie ancora comunque.