Login | Registrati | Recupera password
0/0

Infrazione malleolo esterno

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Infrazione malleolo esterno

    Buona sera sono quia chiedere un consulto per un trauma subito ieri sera durante una partita di pallavolo! scendendo da un salto mi sono provocato una discorsione che ha causato L'infrazione del malleolo esterno Tibio-Tarsico.La caviglia si presentava gonfia e rossa nella parte posteriore del malleolo, un po rossa sulla parte laterale del piede! Per quello che ne posso capire io le lastr mi sembrano normali, ma lascio la valutazione ai dottori!Anche il mio medico di base mi ha detto che non è una frattura vera e propria, ma "una crepa nell'osso, che indica diciamo l'inizio di una frattura, che se non curata potrebbe degenerare in frattura vera e propria" In ospedale mi hanno applicato un gesso dal ginocchio al piede, che dovro rimuovere il 18 Marzo, senza valutazioni di decorso nel mezzo della convalescenza, il che mi fa credere che tutto sommato la micro frattura è davvero lieve e senza RX di controllo dopo la rimozione del gesso a ulteriore conferma della mia supposizione (che spero per me sia esatta! in altre dovrò somministra tutti i giorni Clexane 4000, per evitare Trombosi, e tenere ovviamente il piede il piu possibile in scarico! SOno quia chiedervi:

    -Dopo la rimozione del gesso, entro quanto tempo potro tornare a giocare a pallavolo, considerando che faccio anche nuoto che dovrebbe facilitare il recupero? il 4/5/6 Marzo avrei un torneo! potrei essere in forma per quelle date?

    -Sarà necessaria della fisioterapia?? Per quanto tempo?

    -Tenere il piede piu in scarico possibile, quindi sollevato la maggior parte del tempo giova alla frattura o cmq al riassorbimento del versamento? oppure il fatto che il piede mi si "addormenta" non è ottimale? anche se mi viene da pensare che si addormenta per forza visto che il sangue non affluisce come dovrebbe dato lo scarico a cui è sottoposto!

    -Intergare la mia dieta con alimenti ricchi di calcio, e vitamine in particolare del gruppo D, puo aiutarmi a migliorare diciamo "piu in fretta" in modo che alla rimozione del gesso la caviglia sia piu stabile??

    -COn il gesso in essere, non è possibile valutare eventuali danni a tendini e legamenti, come si ci comporta in questo caso? si asetta ovviamente la rimozione del gesso,ma c'e il rischio che si siano lesionati? Rotti non credo altrimenti il male sarebbe stato molto piu intenso!

    Saluti



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 665 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    1) se deve togliere il gesso il 18 marzo non penso che possa partecipare al torneo DUE settimane prima
    2) la fisioterapia viene prescritta in base ai problemi presenti al momento della rimozione del gesso: tipo e durata verranno decisi dall'Ortopedico quel giorno. E' possibile che possa essere necessario un ciclo di riabilitazione della caviglia.
    3) il piede in scarico ha lo scopo di ridurre l'edema della caviglia e di impedire che l'aumento di volume della gamba e del piede possa entrare in contrasto con la presenza del gesso. Muova le dita del piede per quello che è possibile, ma le muova "attivamente" cioè con i muscoli delle dita e non con le mani. Quando tiene la gamba appoggiata su una sedia usi un cuscino morbido soprattutto i primi giorni per non ammaccare il gesso, e tenga tutta la gamba sulla sedia e non solo il piede, in modo che il ginocchio rimanga un po' flesso.
    4) a 25 anni e per una infrazione non penso che abbia bisogno di integrazioni di vitamine, calcio ecc., comunque senta dal Suo medico, che può conoscere meglio la Sua situazione generale
    5) una volta rimosso il gesso si valuterà anche la stabilità della caviglia, soprattutto se persisteranno dolori alla caviglia anche dopo la eventuale fisioterapia.
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve dottore, grazie per la rsposta celere. in effetti ho sbagliato nella domanda precedente! Avrei questo impegno sportivo il 2 Aprile, ecco perche mi chiedevo se per quella data avrò la possivbilità di giocare, togliendo il gesso 15 giorni prima eseguendo un eventuale riabilitazione piu attività im acqua!

    Saluti



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 665 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    Se la distorsione è stata lieve è possibile che ce la faccia, ma bisogna chiederlo all'Ortopedico quando toglie il gesso e soprattutto al Fisiatra durante la riabilitazione.
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    In questo gene di disotrsione, con infrazione dell'osso, che possibilità ci sono che i legamenti si siano lesionati??



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 665 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    La lesione del/dei legamento/i è indipendente dall'infrazione: senza una valutazione diretta non è possibile fare ipotesi, che comunque non sarebbero di nessuna utilità.
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25/02/2011, 11:03
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06/03/2011, 15:01
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14/02/2011, 12:05
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13/02/2011, 20:08
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07/02/2011, 16:14
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896