Utente 196XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 26 anni e ho una vena varicosa che ultimamente mi crea problemi

la vena varicosa e' nella gamba sinistra ed e' la piccola safena, ho fatto ecodoppler all'ospedale varie volte.

in famiglia nessuno ha vene vericose, mi sono accorto di questa vena a 15 anni, ma all inizio era quasi invisibile e non mi dava problemi.

questa fastidiosa vena e' estasa lungo il polpaccio, se sto molto in piedi o pratico sport in palestra si nota la vena che si gonfia e la sua deformazione

ma il fastio maggiore l'ho dietro il ginocchio infatti se sto seduto in macchina dove non posso distendere la gamba mi fa male , sembra che il sangue non defluisca bene si crea tipo un gonfiore dietro il ginocchio sembrerebbe come una ciste... questo dolore e' insopportabile e devo per forza cercare di mettere la gamba in posizione dritta in modo che il sangue defluisca bene.

ho notato anche un liwvw dolore nella pianta del piede sinistro e lungo il muscolo del femore sinistro ma nessun dottore mi ha detto se il lieve dolore al muscolo del femore sinistro sia causata dalla vena o da altro

ho fatto tantissime visite , mi hanno solo consigliato di usare il tesmed

io adesso vorrei operarmi, che tipo di operazione mi consigliate ?

dove posso operarmi ?





e ho varie varici superficali oltre alla safena molto ingrossata. Ho fatto un controllo e un chirurgo vascolare mi ha consigliato di operarmi ed eliminarla, anche se dall'ecopcolordoppler effettuato la funzionalità della safena non risulta molto compromessa.Vorrei avere un altro consulto,facendo una nuova visita specialistica.Ci sono in Toscana,in particolare,centri d'eccellenza per questo problema?Grazie

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
La descrizione dell'ecocolordoppler dovrebbe essere più analitica(presenza di reflusso per incontinenza allo sbocco nella vena poplitea,vene perforanti incontinenti,etc..).In base alla precisa mappa doppler si deciderà per un trattamento adeguato che va da un mini stipping,a legature mirate delle perforanti mediante microincisioni,all'utilizzo combinato di laser endovascolare,scleroterapia con schiume ed altro.
Come vede le opzioni terapeutiche sono varie, ma le indicazioni dipendono da un'accurata diagnostica preoperatoria.
Saluti