Utente 194XXX
Desideravo conoscere quale possa essere la causa di una riduzione drastica degli spermatozoi e della mobilità degli stessi, nonostante ho un figlio, e mia moglie ha avuto altre due gravidanze interrotte naturalmente alla ottava settimana.
Ho effettuato due spermiogrammi, e l'esito è disastroso, anche se le fome normali sono del 40%, il numero è di 18.000 in uno e nell'altro 4.500.000, con scarsa mobilità ( in uno 30% , nell'altro immobilità del 94%).
Ho effettuato una spermiocoltura, e il suo esito è negativo.
Ho effettuato i dosaggi ormonali, e i valori sono normali.
Quale può essere allora la causa, atteso che io non ho alcuna sintomatologia?
Sarà possibile con questo numero di spermatozoi, avere una altro figlio, o ci dobbiamo rassegnare.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Per avere un figlio, se vogliamo estremizzare, ad un uomo basta un solo spermatozoo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo complesso problema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Dr.Beretta,
la ringrazio per la sua risposta e per il link, e per la sua battuta estrema( ne basta 1).
Volevo capire se questi valori sono ricondubili ad alcune patologie (anche se non ho alcun sintomo), quali ad esempio il varicocele, o infezioni urinarie o eventuale prostratite.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006

Una dispermia, cioè un numero ed una motilità degli spermatozoi non buona, è un sintomo, un dato di laboratorio che ha alla sua base diverse cause.

Tutte le ipotesi che lei fa sono da tenere in considerazione e da valutare ma sicuramente il vostro andrologo saprà, valutata la vostra situazione clinica in diretta, darvi la corretta risposta,

Ora prima cosa da fare è ripetere l'esame del liquido seminale e poi consultare le ripeto un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.