Utente 177XXX
Gentili dottori,
ho 22 anni e a settembre dell'anno scorso ho avuto un ascesso al coccige per ciste con conseguenti medicazioni per un mese per essermi incisa e drenata la parte;ad oggi ho alcune lievi perdite di sangue e pus, sento la parte dove è presente la ciste un po' dolente,soprattutto quando mi siedo e rimango seduta per lungo tempo, purtroppo sò che tutto ciò lo dovrò sopportare, come mi hanno detto, fin quando non sarà asportata del tutto la ciste all'interno;siccome io per impegni universitari sto rimandando l'operazione a settembre di quest'anno, avrà ciò delle conseguenze su questa mia situazione, nel senso, la ciste può ingrandirsi?inoltre vorrei dei consigli per non far ritornare un ascesso e poi potrò quest'anno andare al mare?c'è qualche causa che fa venire l'ascesso alla ciste?
vi ringrazio per la vostra cortese e gentilissima attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La cisti puo' ingrandirsi, puo' andare incontro ad un nuovo fenomeno ascessule, puo' formare una fistola. Le possibilita' sono diverse: non capitano tutti i giorni ma il pericolo esiste.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore grazie per la sua risposta immediata,
io ho la ciste che si è fistolizzata e a volte perdo siero e sangue dai forellini;vorrei sapere se vi è una differenza a livello di gravità tra la ciste e la ciste fistolizzata?la ringrazio ancora per la sua attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Certo che c'e' differenza: la fistola infatti e' una complicanza della cisti. Per avere un quadro piu' completo se vuole puo' dare uno sguardo al seguente articolo http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/118-cisti-fistola-sacro-coccigea-ovvero-sinus-pilonidalis.html
Cordiali saluti