Utente 170XXX
Buongiorno Dottori,
mio marito ha effettuato l'esame spermiogramma consigliatoci dal ginecologo, aiutateci a capire (il nostro Dottore non ci sarà per 10gg), Vi elenco i risultati del test:

-Volume 2.4 ml
-Viscosità Lievemente aumentata
-Reazione attuale(ph)7.8
-conteggio elementi 74000/mmc

Modalità 1ora 63%
-A)spermatozoi con modalità rettilinea progress. =15%
-b) " " con movimenti discinetici o letamente progressivi =45%
-c) " " con movimenti agitatori in loco =3%
-d) " " immobili =37%

Forme normali 28L%
forme anomale 71%
forme immature 1%
Agglutinazione a piccole aree
Leucociti 1740h/mmc

Vi premetto che mio marito effettua sport a livello agonistico e che si riferiscono a risultati da astensione da rapporti sessuali per tre giorni e che ha avuto già due figli(uno perso).

non Riusciamo ad avere un 2^figlio e Vi specifico che io ho avuto un Nodulo al sito Placentare .

Sono risultati preoccupanti? c'è varicocele? sono indice di infertilità??

Grazie in anticipo per la Vostra attenzione,Cordili saluti.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,lo spermiogramma evidenzia una ridotta motilita' degli spermatozoi che,comunque,non significa infertilita'.Lo spermiogramma offre unicamente delle indicazioni statistiche circa il potenziqle di fertilita' di un maschio,che va correlato con il tempo da cui si cerca un figlio,con la diagnosi ginecologica e,soprattutto,con la diagnosi andrologica.E' stato mai visitato Suo marito?Ci aggiorni,se ritiene.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

sono evidenti alcuni problemi di motilità degli spermatozoi che potrebbero rendere difficoltosa una fecondazione.
Direi di ripetere l'esame seminale e, se le anomalie venissero confermate, valutare un incontro con un andrologo
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Egregi dottori, vi ringrazio per la disponibilità dimostrata e vi aggiungo che mio marito nel 2001 aveva avuto una prostatite successivamente curata con i necessari farmaci. Durante i controlli venne evidenziata anche una varicocele e subì un intervento chirurgico per ristabilire la corretta funzionalità dell'apparato riproduttivo. Da allora mio marito non ha fatto più controlli anche perchè nel frattempo c'era stato il concepimento del mio bimbo e perchè i sintomi dell'infiammazione erano scomparsi eccetto la necessità di urinare spesso(una volta ogni ora). Inoltre negli mesi ha subito un cambio di mansioni che gli ha causato notevole stress. Vi ringrazio nuovamente e vi invio cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...per non incorrere nei medesimi errori del passato,sarebbe opportuno che Suo marito consultasse un esperto andrologo per una diagnosi a 360 gradi.
Cordiaita'.