Utente 188XXX
Egregio dottore,mi rivolgo a lei che ha scelto la mia lettera.Sono una donna di 36 anni che da più di otto anni a questa parte accusa degli strani malesseri:frequente senso di stanchezza,aumento del battito per normali sforzi fisici,quali salire le scale o comuni lavori domestici.Quando avverto questa spossatezza di solito mantengo la minima della pressione un po bassa,(fra i 50-60)e in posizione sdraiata avverto un formicolio alle mani.Altre volte noto che i battiti che sembrano essere lenti improvvisamente accelerano per qualche secondo e lo stesso avviene quando a volte faccio le scale,come se compissi uno sforzo immane. Quando faccio una dieta ipocalorica il problema si accentua maggiormente mentre diminuisce e non so perchè durante il periodo estivo.Premetto che ho fatto già l'elettrocardiogramma e l'ecocardiogramma con esito negativo.Inizialmente ho pensato che fosse il cuore a non pompare bene,ma adesso i miei sospetti ricadono su un'insufficienza respiratoria perchè è questo che avverto.Ho fatto diversi esami di sangue e anche questi andavano bene, mentre non ho mai fatto un esame per rilevare la quantità di ossigeno presente. Cosa mi consiglia di fare? La prego dottore di aiutarmi, questo problema mi affligge da troppo tempo ormai e nessuno è mai riuscito a diagnosticarlo. E' stato confuso per anemia,poi per riflesso vagale e ora addirittura per stato ansioso.Io sto bene psicologicamente e sono una persona solare e sono sicura che il mio sia un problema di natura fisica.Spero di ricevere una Sua risposta quanto prima.La ringrazio anticipatamente e Le rivolgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
Considerato l'esito negativo degli esami cui si e' sottoposta, non vedo perche' i suoi sintomi debbano necessariamente afferire a qualche disfunzione organica. La componente ansiogena,invece, non va sottovalutata e potrebbe essere effettivamente la causa die suoi disturbi. Tuttavia, per sua ulteriore sicurezza, potrebbe effettuare un esame spirometrico.
Saluti,