Utente 199XXX
Buona sera,
mi farebbe molto piacere avere una sua opinione medica sui dati di seguito riportati. Premetto che ho 36 anni e mia moglie 35, tutte le analisi di mia moglie sono ok (comprese quelle ormonali) ma da oltre 1 anno proviamo ad avere figli senza successo.
Ho eseguito su consiglio del medico un test sul liquido seminale e test di capacitazione (metodo gradiente).
Ecco i risultati:
Astinenza: 5gg
Viscosità: normale
PH: 8
Densità 47mln/ml
Numero totale: 141mln/ml
Mobilità totale: 57%
Progressiva rapida ®: 2%
Progressiva lenta (L): 44%
N° totale spermatozoi mobili progressivi: 65mln
Forme fisiolofiche (metodo di Kruger): 2%
Anomalie testa:74%
Anomalie collo:21%
Anomalie coda:3%
Vitalità all'esosina: 74%

Test di capacitazione su 1ml
Spermatozoi recuperati: 8mln
Mobilità totale:90%
Mobilità progressiva rapida: 70%
Mobilità progressiva lenta: 20%
Spermatozoi mobili progressivi recuperati: 8mln

Ecco le mie domande:
- Immagino che dati i valori molto bassi di "Forme fisiologiche" io abbia poche probabilità di fecondare "naturalmente". Giusto? la ginecologa di mia moglie però dice che è una spermiogramma non bellissimo ma capace di poter portare ad una gravidanza. Dice di non preoccuparmi...ma a me il dato delle forme fisiologiche non mi convince per nulla. Inoltre Con il test di capacitazione riportato, potrei procedere con una tecnica assistita minore? tipo fecondazione intrauterina? o dovrei riccorrere a quelle maggiori?
Insomma, lei cosa mi risponderebbe dinanzi ad analisi di questo tipo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il dato morfologia oggi, se valutato secondo i criteri ristretti dati dall'OMS, è di difficile interpretazione perchè la normalità è fissata al 4-5%.

Il test di capacitazione inviatoci sembra poi "tranquillizzante" e sostanzialmente positivo.

Poi, da questa postazione, l'altro consiglio che le posso dare, prima di decidere la strategia terapeutica da seguire, è quello di sentire in diretta non solo la ginecologa di sua moglie ma anche il suo andrologo che spero abbia chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore,

in realtà il ginecologo di mia moglie è anche responsabile di una struttura ospedaliera che opera nella fecondazione assistita di cui la dottoressa è specialista.

Poichè mia moglie è risultata "regolare" in tutte le visite (incluso gli esami ormonali) farà a breve una isterosalpingografia.

Poi capiremo meglio cosa fare. Anche io pensavo che la dottoressa mi consigliasse una visitsa andrologica e invece no!

Sta di fatto che è oltre un anno che proviamo ma senza successo....

Bah, sono un pò confuso e non capisco se dovrei preoccuparmi o no!!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non so neppure io cosa dirle comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti che dovrebbero esserci tra l'andrologo ed il ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Un cordiale saluto.