Utente 200XXX
Buona sera,
La mia storia è presto detta. Avevo preso propecia per 2 mesi circa 5 anni fà poi avevo interrotto per una debacle dovuta ad una insoddisfacente erezione. Inoltre, dopo qualche tempo dalla interruzione, per quanto riguardava i capelli avevo registrato un peggioramento dell'attacatura delle tempie. Sotto il profilo della sfera sessuale tutto tornato regolare.
Passati 4 anni circa, ed avendo visto un ulteriore peggioramento dell'attaccatura frontale dei capelli, ho preso la stupida decisione di ritentare supponendo che nel primo tentativo il peggioramento rilevato non fosse attribuibile all'assunzione di propecia ma dovuto alla normale progressione dell'alopecia androgenetica.
La seconda terapia con propecia è durata in tutto 8 mesi circa, registrando una leggera ma continua diminuzione della libido e della qualità delle erezioni. Questo è durato fino all'ottavo mese quando ho interrotto la terapia per assenza totale di erezioni e quindi impossibilità totale di avere rapporti. Dopo un mese dall'interruzione l'attività è improvvisamente tornata nella norma (una o due volte al giorno) per poi modificarsi nei mesi successivi in attenuazioni e riprese della libido.
In seguito ho fatto uno spermiogramma avendo come risultato una leggera oligospermia.
Leggendo su siti come andrologiaonline, che assolutamente bolla come l'assunzione della propecia determini sicuramente problemi di genere sessuale e genitale per tutto il genere maschile e l'interrogazione del deputato Maran al Ministro della salute Fazio del 30 Marzo 2010, secondo i quale si attesta di un notevole numero di uomini che dopo aver intrapreso e poi sospeso la terapia con propecia abbiano problemi permanenti non solo su sfera sessuale ma anche dell'umore, non nascondo di essere rimasto alquanto preoccupato.
In sintesi Vorrei chiederVi se non dovrei prestare attenzione alle cose ultime suddette perchè false ed inattendibili e che sia impossibile che la propecia dia degli effetti collaterali irreversibili. Quindi credere che le variazioni della libido non possano che essere attribuibili solo ad altri fattori come stress, stanchezza ed altro.
Sicuro di una Vostra pronta risposta, Vi ringrazio cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la terapia antiandrogenica legata al tentativo di evitare la calvizie,
non da' luogo ad effetti irreversibili ne' sulla sessualita',ne' sulla spermatogenesi.Sarebbe necessario che il medico prescrittore La erudisse
sui potenziali effetti collaterali della terapia in oggetto.Ha mai eseguito dei dosaggi ormonali?Si e' mai sottoposto ad una visita andrologica?Ci aggiorni,se ritiene.Cordialita'.