Utente 201XXX
salve

a gennaio noto un piccolo nodulo a metà altezza del pene, zona inferiore, che appare solo durante l'erezione. tale nodulo non appare immediatamente, ma dopo qualche minuto che il pene è eretto.
preoccupato effettuo una visita andrologia con ecografia: "corpi cavernosi e corpo spongioso di regolare morfovolumetria ed ecostruttura, in longitudinale buono il decorso delle cavernose, nel corpo cavernoso di sinistra nel III medio presenza di placca calcifica di 2.2mm circa, glande di regolare morfovolumetria".
l'andrologo mi dice che la placca è forse causa di una vena rotta e calcificata durante un rapporto particolarmente intenso. con un ciclo di 10 "punturine" è possibile eliminarla.
effettuo un secondo consulto da un urologo che mi suggerisce che la posizione non è preoccupante e di non fare niente.
io sono lo stesso preoccupato: può peggiorare? può portare a disfunzionalità sessuali?
conoscete centri medici a palermo specializzati in questi problemi?

cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro utente, intanto è possibile che Lei abbia realmente avuto un trauma al pene durante un rapporto (un brusco piegamento): ricorda nulla del genere? Se ricorda un fatto del genere, la placca ne rappresenta il risultato.
In tal caso rappresenta una "cicatrice" post-traumatica, asintomatica e conviene lasciarla stare. Se all'origine c'è invece una induratio penis plastica, si può ipotizzare un trattamento antinfiammatorio o anche infiltrativo, solo però se vi sono sintomi (dolore, incurvamento). Se non vi sono sintomi, si faccia tenere sotto controllo da un urologo-andrologo di Sua fiducia.
Nel frattempo può leggere questo contributo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/815-rotture-pene.html

e anche:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/781-induratio-penis-plastica-peyronies-disease-note-clinica.html

Cordiali saluti