Utente 172XXX
Gentili dottori, ho circa 40 anni e da diversi mesi sono afflitto da un problema notturno. Sono costretto ad alzarmi a causa delle erezioni persistenti e fastidiose. Recentemente ho riscontrato un intorpdimento della parte superiore della gamba destra accompagnato a formicolio, insensibilità al tatto ed al dolore (forse una parestesia?)e formicolio anche alla mano destra. Mi hanno suggerito di esaminare la viscosità del sangue. E' attinente ai miei problemi e quali sono gli esami di riferimento per valutare, appunto, la viscosità?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

tutti i maschi presentano nel corso del sonno delle erezioni che in genere non vengono percepite. In alcuni casi possono essere presenti fenomeni fisici, circolatori o ematologici che determinano erezioni eccessivamente lunghe o intense o percezione di fastidio-dolore (crisi di priapismo).
Se questi fenomeni sono persistenti, valutare se possono essere in concomitanza con attività sessuale la sera precedente, consultare un internista per una approfondita valutazione ematologica ed un andrologo per una valutazione dell'apparato genitale
cari saluti