Utente 202XXX
"Ho 82 anni ed una salute discreta. Sette mesi fa sono stata operata all'occhio destro per togliermi la membrana epiretinica. Dopo tale intervento, durante il quale sono stata anche operata di cataratta nello stesso occhio,son dovuta stare per più di un mese con la testa in giù per favorire l'assorbimento di un gas che era stato introdotto nella macula per cui da quell'occhio non vedevo assolutamente nulla, e solamente dopo circa trenta giorni ho cominciato a vedere la frangia superiore sino ad avere la visione completa, anche se non migliorata, rispetto a prima dell'operazione. Praticamente quasi uguale a come vedevo prima dell'intervento. Ora un esame OCT ha evidenziato un edema che l'oculista ha definito "problema molto serio" e mi ha prescritto una goccia di NAVENAC quattro volte al giorno per due mesi e due capsule di MAXIVEN per quattro mesi, nonché devo fare una fluorangiografia e questo esame lo farò il 28 aprile prossimo. Ho scannerizzato l' OCT e vorrei inviarvelo, ma non so se è possibile inserirlo in questo sito L'occhio sinistro non ha per il momento nessun problema. Vorrei sapere quali conseguenze posso avere e se questo edema potrà risolversi in base alla terapia prescritta. Attendo con ansia la vostra opinione. Molte grazie ed invio i miei migliori saluti. Annagrazia

[#1] dopo  
Dr. Demetrio Romeo
32% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Sono d'accordo col suo oculista: l'edema maculare cistoide è una conseguenza piuttosto difficile dopo peeling di membrana epiretinica, in genere maggiormente accentuato se è necessario, come nel suo caso, associare l'intervento di cataratta.
Dopo una prima fase in cui si valuta la risposta alla terapia medica che spesso risolve il problema, in caso di insoddisfacente miglioramento, si possono prendere in considerazione altre alternative come le iniezioni intravitreali di farmaci.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Romeo,
grazie per la Sua rapida risposta. Quindi potrebbe essere efficace la terapia che mi è stata prescritta, secondo quanto lei scrive, ma se non dovesse risolvere il problema nel corso di due mesi, suppongo, cioè sinchè non finisco di collocarmi le gocce di NEVANAC nell'occhio, le iniezioni intravitreali lo risolverebbero, o sarebbe un tentativo senza alcuna garanzia ? E quale potrebbero essere le conseguenze, qualora l'edema non regredisse? Potrebbe aumentare, potrei perdere del tutto la visione di quest'occhio ?
E' un evento raro che si formi un edema, in seguito all'intervento per togliere la membrana epiretinica oppure è una complicazione frequente ? Può dipendere da quale motivo, forse da qualche errore o nell'operazione, oppure nella terapia posteriore ?
La fluorangiografia che farò il 28 aprile, apporterà elementi importanti per la valutazione di questa patologia e conseguente terapia?
Le sono molto grata perchè io trascorro buona parte della giornata a leggere e scrivere ed utilizzo molto il computer. Ho il terrore di non poter più vedere bene, ed anche le vorrei chiedere se c'è il pericolo che possa succedermi lo stesso anche nell'occhio sinistro, anche se per ora l'oculista mi ha detto che non vi è nulla più che un principio di cataratta non ancora operabile Ma un domani ?
Le sarò gratissima se mi potrà rispondere anche a tutte queste domande. Un saluto affettuoso.
[#3] dopo  
Dr. Demetrio Romeo
32% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Ad alcune delle sue domande non è possibile rispondere perchè richiederebbero la capacità di conoscere il futuro.
Per quanto riguarda la complicanza in oggetto posso dirle che non è frequentissima ma neanche rara, occorrendo in una certa percentuale di operati, specie se è necessario associare anche l'intervento di cataratta. Non penso che sia pertanto imputabile al chirurgo o alle terapie post-operatorie.
Per l'altro occhio stia tranquillissima, anche perchè sicuramente verrà controllato periodicamente.
[#4] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Romeo,
La ringrazio della Sua risposta. Spero quuindi che l'edema possa regredire e mi rasserena sapere che l'occhio sinistro non è detto che debba subire la stessa patologia, occhio che comunque sarà periodicamente controllato.
Le invio, con i miei ringraziamenti, il più cordiale saluto.