Utente 123XXX
Salve illustri dott. e dott.sse dello staff di mediciitalia, sono un ragazzo di 27 anni e peso 67 kg.
Sono 61 gioni che ho iniziato la cura, presso una dermatologa specialista, con il farmaco aisoskin, assumendo su prescrizione della medesima 40 ml/die (una capsule a pranzo e una a cena).
Tuttavia, circa 2 settimane fa, ho commesso una grave leggerezza, preso dal grande senso di sconforto, dovuto al peggioramento della mia acne comedonica.
Difatti, Per 10 giorni, di mia iniziativa, risultanto il mio peso corporeo di 67 kg, ho aumentato il dosaggio del farmaco aisoskin, aggiungendo una capsula di 10 ml a pranzo, per un totale di 50 mg, rispetto al dosaggio di 40 ml prescrittomi.
Poi, mi sono reso conto, che altre alla violazione del fondamentale rapporto di fiducia paziente-medico curante, avrei potuto pregiudicare l'intero trattamento e così sono tornato al dosaggio di 40 ml, quello prescritto.
A voi dottori chiedo, consapevole del mio errore, se questo intervallo di 10 giorni, in cui ho aumentato il dosaggio di 10 ml, può aver inciso o inciderà sull' efficacia in corso della cura e, quindi, se continuando con il dosaggio prescittomi di 40 ml non vi saranno ripercussioni negative sull'efficacia dell' aisoskin, fermo restando che sono tuttora nella fase del peggioramento della mia malattia.

Grazie per il vostro aiuto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Nessuna ripercussione negativa.
Stia tranquillo , quel minimo aumento di dosaggio non comporta nulla di che.
cordialità