Utente 484XXX
Buonasera,
da circa due settimane ho notato che il fianco destro dello scroto è piu rosso del normale e presenta un leggero gonfiore
("pizzicando" la pelle con le dita si nota che è piu spessa e dura rispetto alla pelle del fianco sinistro dello scroto) la pelle poi non
sembra normale, ma di colore rosso intenso invece che rosa-bianco. Sto notando che la pelle di questa zona anomala si squama piu
del normale, sembra quasi una forfora.
Questa situazione mi provoca un prurito quasi costante su questa zona di pelle. La zona è praticamente sempre a contatto con la
cucitura della biancheria e stando praticamente tutto il giorno seduto, ho pensato che potrebbe essere dovuto a una semplice
irritazione data dal sudore o da qualche doccia-schiuma che uso... ma in realtà di che si tratta?
Aggiungerei che sempre sulla parte "danneggiata" ci sono tre foruncoli di circa mezzo centimetro, premendoli mi fanno male, tipo dei
brufoli però non lo sono e non hanno nemmeno il classico puntino bianco nel centro. Ne stà uscendo un'altro, ma molto più piccolo
nella parte sinistra dello scroto, però senza i sintomi descritti sopra, solo il "brufolo".
Vorrei sapere se devo iniziare a preoccuparmi o se è una cosa "da niente".
Fino ad ora non ho mai avuto problemi di allergia, quindi non riesco a capire come risolvere questo problema, anche perchè in
alcuni momenti il prurito non si manifesta per niente. Sicuramente è da stupido ma trovo tantissimo imbarazzo nel rivolgermi ad un
dermatologo, ma se non riesco a risolvere la situazione penso che sicuramente farò una visita.
Inoltre vorrei dire che sono un ragazzo di 18 anni. Quindi come potrei aver preso questa specie di infezione e come curarla?
Ho letto in altri post del sintomo, leggendo ho notato che si manifesta sempre nella parte destra dello scroto, come mai?

In attesa di una vostra risposta vi porgo i miei più cordiali saluti.
Grazie
M.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo:

un pò di chiarezza:
la sua fenomenologia è meritevole di una visita Specialsitica Venereologica, che sarà fondamentale per la diagnosi differenziale di molte situazioni, non tutte (e sottolineo) relative ad una "infezione".

Quindi, nessuna ansia immotivata in primis e poi un consiglio fondamentale: non applichi nulla che possa sovvertire il quadro venereologico a chi dovrà interpretarlo ed effettui il prima possibile questa visita: nel frattempo astensione dai rapporti sessuali.

Carissimi Saluti
Dott. Luigi LAINO
Specialsita Dermatologo e Venereologo,
Malatite Sessualmente Trasmissibili, ROMA

[#2] dopo  
Utente 484XXX

Iscritto dal 2007
Il punto è che non ho mai avuto rapporti sessuali (solo masturbazione)!!! Il "brufolo" della parte sinistra nell'arco di 2 giorni circa è diventato grande almeno il doppio...

Saprebbe dirmi come sarebbe possibile prendere questa "malattia"?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Il suo punto per, Gentile ragazzo, non collima con quanto da me sottolineato:

se ben legge, nella precedente sottolineatura, le ho significato che la Venereologia non è solo Malattie Sessualmente Trasmissibili, ma molto altro ancora:
la tranquillizzo dicendole che con tutta probabilità non si tratta di una situazione impegnativa, ma di un quadro facilmente identificabile e credo anche curabile nella sede diretta.

avanzare ogni tipo di ipotesi telematicamente è - seppur semplice - inutile in questo momento.

le valga quindi l'unico consiglio orientativo : eviti terapie fai-da-te e si rivolga al Venereologo.

carissimi saluti.
Dott. LAINO, ROMA