Utente 203XXX
Gentili dottori,

circa 3 mesi fa a mia mamma, dopo una normale visita periodica al lavoro, è stata diagnosticata una rottura di una corda tendinea della valvola mitralica. Dopo una serie di esami e 2 consulti con 2 specialisti diversi, la conclusione è stata quella dell'operazione per la riparazione della corda.
Potreste dirmi se l'intervento è molto rischioso? Probabilmente si tratterà di un intervento con tecniche mininvasive.
Quello che mi preoccupa maggiormente è il fatto che durante l'operazione dovrà essere fermato il cuore...c'è il rischio che non ricominci a battere?
Mia mamma è molto magra...direi sottopeso.
Sapete dirmi anche quanto tempo potrebbe durare l'intervento?
Il medico che la opererà ha detto che poi dovrà stare circa 8 giorni in ospedale e poi ci saranno 15 giorni di riabilitazione.
Confermate?
Scusate ma siamo tutti abbastanza terrorizzati...
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
L'insufficienza mitralica derivante dalla rottura di corda tendina è la patologia che si andrà a trattare chirurgicamente.

Non posso darle una stima del rischio non avendo nessun parametro che mi permetta di stimarlo sulla base di quanto da lei scritto.

In Cardiochirurgia la stragrande maggioranza degli interventi che si eseguono viene fatta a cuore fermo e questo non comporta nessun problema.

I tempi di cui ha parlato sono assolutamente corretti.

State sereni e in bocca al lupo.
GI
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dott. Iaci,

la ringrazio per la risposta...e per la rassicurazione.

Per quanto riguarda la situazione generale, le hanno trovato un'insufficienza mitralica severa con reflusso, però per il momento cuore e polmoni sono a posto.

Quindi la preoccupazione maggiore è data dal sottopeso...anche se il chirurgo ha detto che per questo tipo di operazione (mininvasiva) la magrezza è un fattore positivo.
Spero solo che questo non incida sull'anestesia.

Incrociamo le dita!

Buona serata
[#3] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Egr. Dott Iaci,

dopo un po' di attesa, finalmente mercoledì 1/6 mia mamma è stata operata.
Oltre alla rottura della corda tendinea però, purtroppo, le hanno dovuto mettere un by pass in quanto dalla coronagrafia era risultata un'occlusione.
Ieri mattina è stata riportata in reparto, dopo la terapia intensiva, ma i valori di pressione e battito stanno peggiorando. Oggi pomeriggio alle 16 per esempio la pressione era 95/155 e i battiti 106 (i valori sono aumentati man mano). Questa sera, dopo una cena leggerissima, i battiti erano arrivati a 130.

I medici dicono che sono valori normali, è il cuore che deve ricominciare a battere nel modo giusto.

Mi potrebbe dare un suo parere?

Grazie mille.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Nei primi tempi il ritmo cardiaco puo' non essere regolare, capita molto spesso e non costituisce assolutamente un problema serio.

Sono contento che stia andando per il verso giusto.

In bocca al lupo.

GI