Utente 204XXX
Salve,

ho nominato il Dr. Biagiotti poichè sono della sua stessa zona ma gradirei un parere da chiunque voglia aiutarmi.

Nel mese di Dicembre ho accusato fastidi al testicolo, con dolore alla gamba malessere generale , sono andato per ben due volte al pronto soccorso dove con due distinte ecografie non hanno riscontrato nulla di anomalo.

Continuando il disturbo, ho effettuato delle analisi del sangue e urinocoltura, dove era tutto nella norma se non per alcune tracce di emazie nelle urine, valore alto di bilirubina indiretta e al limite quella della diretta, e cpk elevato.
A causa di questo problema ho sospeso qualsiasi tipo di attività sportiva, e ho condotto uno stile di vita molto attendo a livello di dieta e di "ritmo".
Il medico di famiglia ha evidenziato una iperbilirubinemia (Gilbert) e una ipercippicappemia forse ereditaria... negli anni passati non me ne sono mai accorto.
Riipetuto l'orinocoltura tutto era nella norma.(no tracce di sangue).

Continuando il disturbo ho effettuato una visita da un urologo che ha valutato testicoli e prostata e ha prescritto una ecografia ed un ecodoppler.
Esito dell'ECODOPPLER negativo ( no segni di varicocele) ed dall'ECO risultava una ernia diretta INGUINO-SCROTALE di modeste dimensioni.
Non riusivo nemmeno piu a stare seduto o a guidare...
Operato di ernia il 18 Marzo, ad oggi ho ancora qualche dolore nella zona del taglio, in unpunto specifico dell'inguine non ho molta sensibilitò , ed il testicolo SX continua a darmi noia.
Mi limita nei movimenti, devo camminare allargando l'arcata della gamba sinistra per migliorare un pò il fastidio con conseguente postura sbagliata dolore di schiena.
Ho adottato un sospensorio come voluto dal mio urologo ed ho effettuato per 7 giorni cura antinfiammatoria con TAUXIB90 ma non ho notato miglioramento evidente.

Quello che noto è che con l'indurimento/innalzamento dei testicoli per senzasione di freddo sembra miglioarare, anche con il sospensorio migliora( lo porto tutta la giornata) ma se provo al alzare il testicolo verso l'alto quando è morbido e sceso oltre un cenrto limite sparisce la senzazione di "sollievo" e sento dolore; un dolore come se fosse una fitta, una sensibilità molto maggiore, dolente.
Non ho il testicolo piu' gonfio dell'altro ma il sinistro causa di fastidio è molto piu sceso e anche arretrato verso l'ano...
E' stato sempre così, non a subito cambiamenti nel corso del tempo ma non mi ha dato questi fastidi.

Anche quando sto seduto avverto un senso di "peso" tra il testicolo e il gluteo dove sta l'attaccatura de testicolo per intenderci ma anche qui non si stratta di un vero e proprio dolore.

Di notte non ho fastidio.

Ho paura ad abbassarmi, a salire/scendere dall'auto, a praticare sport, proprio non riesco.
sono condizionato troppo da questa cosa.
Sarebbe indicato fare uno spermiogramma?
Sarei disposto anche a sottopormi a visita andrologia qualora necessaria purchè risolva questo problemi che mi porto dietro da 5 mesi!!!

Chiedo aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

molte situazioni caratterizzate da dolori testicolari sono di difficile soluzione ma spesso si tratta di eccessiva auto-osservazione da parte del paziente che percepisce come "dolore" stimoli anche minimali.
Non è detto che ogni volta che si sente una dolenzia alla testa si debba pensare ad un tumore cerebrale ! Ugualmente un fastidio addominale non deve essere necessariamente collegabile a patologie "importanti".
Una volta esclusa una patologia renale, ureterale, epididimo,testicolare, da varicocele, da ernia inguinale (diagnosi abbastanza semplici anche solo con visita ed ecografia) l'esecuzione dello spermiogramma potrebbe dare alcune informazioni importanti.
Affidarsi ad uno specialista valido, il dottor Biagiotti ad esempio, cercando di seguire le sue indicazioni senza fare "il medico di sè stesso"
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
salve potrebbe gentilmente elencarmi qualche esempio di patologia renale od uretrale che potrebbero includere il dolore al testicolo sopra descritto? ho tralasciato di dire che a gennaio dopo essermi recato al p.soccorso mi era stata diagnosticata una epididimite pur non avendo il testicolo gonfio e l'eco era ok tranne che linfonodi inguinali leggermente infiammati ( ma era gia presente l'ernia inguino-scrotale scoperta in seguito) . questa epididimite ( sospetta?) è stata curata con 3 scatole di CIPROXIN che non ha portato drastici miglioramenti se non aggiungere problemi di stomaco.....risolti.

[#3] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Gentilmente ho effettuato lo spermiogramma e spermiocoltura:

Esito batteri-funghi-e Micoplasmi negativo, spermiogramma nella norma, devo postare il referto completo?

solo i LEUCOCITI sono a 1,000 milione/ml ma il massimo è appunto 1,000 milione/ml.


Abbiamo già escluso problemi ai reni da orinocoltura tutto nella norma, ma da ECOgrafia è emersa una ciste di 1.7cm in alto e posteriormente che mi è stato detto trascurabile.
avverto lo stesso tipo di dolore fastidio e sensibilità se tocco il testicolo nella parte bassa, ma i DIDIMI e EPIDIDIMI sono normali per dimensione e struttura.

Non so più cosa pensare... No VARICOCELE NO IDROCELE.

Sono stato operato DI ERNIA SX INGUINO SCROTALE diretta.

l'ERNIA SCENDEVA FINO ALL'EPIDIDIMO SX e l'ho portata con me per ben 3 mesi e mezzo prima di ripararla in quanto non è stata vista ad una prima ecografia.
Non presento rigonfiamenti del testicolo.
Solo la posizione è molto piu scesa rispetto al destro ma è sempre stato così.

Quando provo freddo, o stimolo di andare al bagno , ed i testicoli risalgono e si induriscono , sembra che torni la normalità ....la sensibilità del test sx sembra alleviare e torno a camminare quasi normalmente...ecco perchè il sospensorio che porto da 40 giorni sembra avermi aiutato.

Sono quasi disperato, per un problema banale la mia vita è fortemente condizionata e sono ormai più di 5 mesi che trascino dietro questo problema.
Ormai quando esagero con il lavoro ho fastidio anche alla schiena nella zona lombare.( senso di acciaccamento)

qualcuno ha da suggerirmi qualche probabile soluzione/esame?
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
salve,

nessuno può offrirmi un consulto in merito a quanto sopra descritto?

molto cortesemente attendo Vs. parere.

Gentilissimi


M.S.