Utente 209XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 26 anni e non ho mai avuto problemi di sorta nella vita sessuale. Ieri, durante un rapporto abbastanza concitato con la mia ragazza, ho avvertito un leggero fastidio al pene, con conseguente difficoltà a mantenere l'erezione ed ho dovuto interrompere il rapporto. Dopo qualche ora abbiamo riprovato, ma senza successo (riuscivo solo a raggiungere un'erezione incompleta). Questa mattina al risveglio avverto un leggero bruciore provenire dall'interno del glande, e non riesco a raggiungere più l'erezione in nessun modo. Naturalmente sono molto spaventato, non credo che si tratti di un problema psicologico in quanto con la mia ragazza ho sempre avuto una vita sessuale soddisfacente, ma non vorrei aver arrecato un danno di qualche tipo durante il rapporto di cui sopra. Non noto ne gonfiori ne arrossamenti, ma solo quella sensazione di bruciore lieve.
Grazie in anticipo per qualsiasi suggerimento o rassicurazione.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Che un dolore al pene possa comportare la perdita di erezione è una conseguenza normale. Sarebbe interessante capire cosa è successo. Ha parlato di rapporto "concitato", nel senso di movimentato? Il dolore è stato improvviso? C'è stato un brusco piegamento del pene all'origine del dolore? Rispondere a queste domande è fondamentale per darLe qualche suggerimento utile. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Si il rapporto è stato molto movimentato, ma non ho notato nessun "dolore" improvviso, solo un leggero fastidio al glande... è probabile che abbia subito dei piegamenti ma sinceramente se cosi è stato purtroppo non ci ho fatto caso..
[#3] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Se può essere utile come sintomo ho notato anche una maggiore difficoltà nel trattenere le urine.
Grazie
[#4] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Un trauma sembrerebbe quindi improbabile. Potrebbe trattarsi di una infiammazione uretrale o prostatica. Opportuno effettuare esami colturali (esame urine, urocoltura, spermiocoltura, tampone uretrale ) e quindi visita uro-andrologica. Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille ho prenotato una visita andrologica per domani mattina. Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera questa mattina ho eseguito la visita andrologica ed ecografia previa iniezione di Fentolamina 2 mg (con conseguente erezione), dalla quale non è emerso nulla di anomalo (non alterazioni eco strutturali significative a carico delle tonache di rivestimento penieno, del setto intracavernoso e del tessuto erettile endocavernoso). L'andrologo mi ha consigliato di stare a riposo da attività sessuali per una settimana, e mi ha prescritto Levitra 20 mg, da prendere al bisogno, solo per i primi rapporti, attribuendo la causa di questa mia disfunzione ad un motivo psicologico da ansia di prestazione, mentre non mi ha prescritto gli esami da lei consigliati ed in effetti non ha nemmeno preso in considerazione l'ipotesi di una infiammazione uretrale o prostatica.
[#7] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

prima però di parlare di ansia da prestazione, attendiamo magari qualche tempo per vedere se la situazione potrà rientrare tranquillamente.
Si fidi delle Sue sensazioni in merito ("...non credo che si tratti di un problema psicologico in quanto con la mia ragazza ho sempre avuto una vita sessuale soddisfacente...").

Ci faccia sapere, se lo desidera.

Saluti,
[#8] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr.ssa Pileci,
quello che dice è vero, io ero assolutamente convinto che non si trattasse di una problema psicologico, ma se la visita andrologica non ha rilevato nulla di anormale a questo punto non so che altra spiegazione dare...Sinceramente lo spavento c'è ancora e mi sembra davvero strano che per un momentaneo blocco emotivo ora non riesco più a raggiungere e mantenere una erezione...
[#9] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Stiamo parlando però di un evento accaduto pochi giorni fa, dico bene?
[#10] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Si il fatto è avvenuto lunedi scorso. Oggi credo di stare meglio, al risveglio ho avuto una erezione anche se non piena, ma credo di essere sulla buona strada.. speriamo bene
[#11] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Stia sereno!
Lei stesso dice di essere molto spaventato ed emozioni quali paura non favoriscono certo nè l'erezione nè una buona vita sessuale.
A maggior ragione se l'andrologo ha escluso qualunque problema!

Ancora saluti,
[#12] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio davvero molto per le rassicurazioni, le farò sapere come va.
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Va bene.

Saluti,