Utente 171XXX
Salve mi chiamo alessandro e ho 23 anni, e dopo una rmn all'encefalo, mi hanno trovato delle gliosi a livello neurologico poi approfondite in ricovero ordinario, per le quali mi hanno detto che non era niente di preoccupante perche i potenziali evocati erano negativi e anche tutti gli altri accertamenti, nel frattempo si e scoperto che ero ipoteso e bradicardico, cioe dopo aver fatto un holter ecg dinamico con seguente referto, aritmia sinusale a frequenza cardiaca media 79 bpm interrotto da isolato BEV e singolo BESV, e dopo varie misurazioni della pressione, la mia pressione media è 100/60, alche feci una prova da sforzo ed un ecocardio entrambi negativi... Oggi a distanza di 6 mesi dopo una settimana super stressante sempre a lavoro min 12 ore al giorno, ho iniziato a sentirmi debole ed affaticato la notte non riesco a riposare bene, cioe mi sveglio sempre sudato ogni 2 ore, e spesso ho gli avambracci rigidi come se fossero addormentati. Alche essendo a 400km da casa e quindi lontano dal mio medico curante, mi sono rivolto in ospedale dove mi hanno fatto un emocromo un ecg una tac al cranio e una visita neurologica tutto negativo apparte bradicardia 49 bpm e un po la pressione bassa... pero io oggi mi sento ancora stanco dopo 4 giorni di ferie e lunedi dovrei tornare a lavoro... Volevo chiedere a voi un consiglio perche e difficile lavorare in queste condizioni, tutti mi ripondono dicendo che e stress, pero volevo sapere se dovevo preoccuparmi e fare degli accertamenti perche lavoro sempre sotto il sole ed il lavoro e discretamente pesante, o con uno stile di vita piu sano riesco a compensare? Cordialità alessandro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dal punto di vista cardiologico e da quanto ciò lei scrive non vedo preoccupazione. Occorre che lei sia molto idratato se lavora al caldo. Beva almeno due litri di liquidi al giorno. Cordialità
Cecchini
www .cecchini.org
[#2] dopo  


dal 2011
La ringrazio per il consulto, seguiro il consiglio, Ci tenevo a dirle che apprezzo le sue iniziative sulla diffusione dei DAE e la seguo molto. Ora sono piu tranquillo cordialita, Alessandro