Utente 775XXX
Salve, sono una donna di 37 anni alla 38° esima settimana di gravidanza. Per motivi personali di ansia e attacchi di panico ho deciso di avere un cesareo programmato, ma ho dei dubbi.
Innanzi tutto: l'anestesista ritiene che io abbia le proteine basse (sono a 5,9) e questo potrebbe avere conseguenze sulla rimarginazione della ferita, il ginecologo invece non vede alcun problema.
Inoltre pensavo che anestesia spinale ed epidurale fossero diverse e invece l'anestesista mi ha detto che è la stessa cosa.
Al momento è in corso una bronchite con febbre, tosse e mal di gola che sto curando con Zimox e Fluimucil... quanti giorni devono passare dalla guarigione per poter intervenire?
Ed infine... quali sono gli effettivi rischi del cesareo? Purtroppo il mio ginecologo non è d'accordo e mi sta facendo vivere la mia scelta con terrore!
Attendo un Vs cortese riscontro. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, per essere operata e non in urgenza (un T.C. è un intervento chirurgico, ed il suo sarebbe programmato) deve essere guarita perfettamente. I rischi sono più o meno quelli di ogni intervento con la sua anestesia: ricordi che il rischio 0 non esiste, ed in una persona in perfetta salute si parte da 1, ma in ambiente perfettamente attrezzato i rischi si riducono anche se non scompaiono del tutto. L'anestesia spinale non è la stessa cosa della anestesia peridurale: l'anestetico non è lo stesso, i volumi usati sono diversi, viene iniettato in due spazi diversi, gli aghi usati sono diversi. Forse il collega voleva dire che dal suo punto di vista è la stessa cosa in quanto si pratica sempre una "puntura nella schiena". L'ipoproteinemia non è tale da creare problemi se tutto il resto degli esami è normale.
Il suo Ginecologo non sbaglia, se ritiene che Lei possa affrontare un parto normale invece di uno medicalizzato come il T.C., ma va considerata anche la sua psicologia, quindi si chiarisca bene con lui.
Cordiali saluti ed auguri.
[#2] dopo  
Utente 775XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per aver risposto chiaramente alle mie domande.
Cordiali saluti e buon lavoro.