Utente 158XXX
Buongiorno, da più di un anno e mezzo soffro di un dolore al collo che interessa il braccio destro fino alle dita (3°-4° e 5°), il dolore è ormai cronico, difficilmente diminuisce anche con l'uso di medicinali. I vari medici interpellati, ortopedico-fisiatra-neurochirurgo, riassumono i miei sintomi in "cervicobrachilgia" ma nessuno mi ha mai indicato una "soluzione".
L'osteopata/fisioterapista che mi stà seguendo dice che oltre alla compromissione di un nervo potrebbe esserci una compromissione vascolare.
E' possibile? In tal caso quali esami/indigini potrei effettuare per confermare tale ipotesi?
Ringrazio anticipatamente e invio distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA,
i sintomi riferiti sembrerebbero effettivamente di pertinenza neurologica. Una RMN potrebbe essere indicata.
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio per la pronta risposta.
Eseguita RMN in C6-7 disco intersomatico ridotto di spessore con aspetto protuso in sede mediana-paramediana bilaterale; uncoartrosi bilaterale con modesta riduzione d'ampiezza dei canali di coniugazione.Modesta protusione mediana disco c5-c6.
Ho effettuato inoltre EMG ma con esito negativo.
Oltre al dolore, il braccio destro e la mano sono sempre freddi e ho sempre sensazione di intorpidimento e/o formicolio alle dita.
Grazie, cordiali saluti