Utente 127XXX
Gentili dottori,
Sono un ragazzo di 24 anni e vi scrivo per avere maggiori informazioni su un disturbo di cui soffro e che, con quella attuale, mi si è già presentato tre volte.
Verso la metà di maggio ho iniziato ad avere minzioni frequenti, bruciore al pene ed all'ano, pesantezza perineale, sensazione di peso sotto i testicoli, sentire "tirare" tra ano e scroto uniti a dei disturbi intestinali che mi portavano a defecare tre volte al giorno (non avevo in ogni caso diarrea). Aggiungo anche un lieve mal di schiena che però è sparito in tempi rapidi.
Sono subitro corso dal mio medico di base che mi ah diagnosticato una balanite. Dopo una settimana ritorno dal mio medico e la balanite si era ridotta ma non era completamente guarita. Il mio medico mi ha quindi prescritto una urinocultura, un esame delle urine ed un esame dello sperma e mi è stato consigliato di rivolgermi sia ad un urologo che ad un dermatologo.
Gli esami sono risultati tutti negativi (solo qualche traccia di emoglobina nelle urine, 11 anzichè 10, ritenute trascurabili dal mio medico).
La visita urologica non ha evidenziato nulla di patologico. La balanite era totalmente regredita e mi è stato detto che i disturbi che avverto in sede perineale sono disturbi della sensibilità cutanea (iperstesia,iperalgesia) e quindi non di natura organica. Per quanto riguarda il disturbo ai testicoli (che a volte si irradiavano alla coscia interna) mi è stato detto trattasi di una banale irritazione del nervo genito-femorale che però è trascurabile e non merita trattamento. Mi è stato consigliato di bere due tisane di malva al giorno (mattina e sera) e di fare un semicupo caldo al giorno. Il dottore mi ha raccomandato di stare tranquillo poichè trattasi di un disturbo che ho già avuto in passato e che nel giro di 3 mesi è sempre sparito spontaneamente.
Anche la visita dermatologica non ha evidenziato nulla di patologico. Anzi il medico mi ha detto che la mia cute in zona genitale è perfetta così come l'uretra risulta della giusta larghezza.
Ora come ora i sintomi sono notevolmente diminuiti: la minzione frequente è sparita, la sesazione di bruciore all'uretra è quasi completamente scomparsa così come non sento più peso perineale (se non molto lievemente la mattina presto e nemmeno sempre). L'unica cosa che mi è rimasta è come la sensazione di "qualcosa che tira" sotto i testicoli, una sensazione simile a quella che si ha quando si sforza troppo un muscolo e lo si sente tirare.
Vorrei ora rivolgere qui delle domande:
1) Questo disturbo mi ha già colpito altre due volte (due anni fa' e due anni e mezzo fa'). ed entrambe le volte è sparito nel giro di tre mesi. Dopo una prima fase acuta molto fastidiosa, il disturbo regredisce fino quasi a saparire. Rimane questa situazione per svariate settimane e poi all'improvviso sparisce. Non riesco a capire quale sia l'origine di questo disturbo. L'unica coincidenza che ho notato è che tutte e tre le volte è comparso in coincidenza di una aumento della masturbazione (a sua volta dovuta a periodi di stress o ansia per il futuro). Può esserci qualche correlazione tra questo disturbo e la masturbazione? Non è un disturbo debilitante ma è piuttosto fastidioso sopratutto per la durata (3 mesi).
2) Nei periodi in cui ho questo disturbo i rapporti sessuali diventano più difficoltosi: la zona del frenulo diventa molto sensibile ed occore che la mia partner ci vada piano. Durante la penetrazione sento come "tirare" tra la zoa sotto i testicoli e l'ano e questo mi costringe and andare più piano ed ad eiaculare in anticipo. Le sensazioni in generale sono modificate. E' come se sentissi tutto più forte.
Finito il rapporto sessuale sento tirare ancora per un po' poi tutto tende a passare. Le giornate successive, tuttavia, sento come un riacutizzarsi del disturbo che poi tende a ritornare ai livelli per-rapporto nel giro di una settimana.
Riguardo la masturbazione inizialmente non mi crea alcun problema (escluso il fatto che devo usare un po' di più delicatezza per i motivi sopra indicati). Anzi dopo l'eiaculazione tendo pure a sentirmi meglio. Tuttavia l'indomani o qualche ora dopo tendo a sentire come una forta sensazione di calore che però sparisce nel giro di due tre giorni.
E' normale tutto ciò nella mia condizione?
3) In generale come devo comportami in questo periodo con la masturbazione ed i rapporti sessuali? Devo astenermi da entrembi?
4) Oltre al mio medico di base ho consultato pure due specialisti: dermatologo ed urologo. Il mio medico di base dice che la situazione è abbastanza chiara e che non ho bisogno di consultare ulteriori specialisti. Come anche sostenuto dall'urologo probabilmente il problema è causato dallo stess e da un po' di ansia (provengo da un periodo molto intenso in termini di lavoro ed anche da qualche delusione a livello personale) Si tratta di un disturbo fastidioso ma che passerà col tempo. Posso stare tranquillo e godermi le vacanze oppure devo preoccuparmi ulteriormente?

grazie in anticipo per le eventuali risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lasci stare la masturbazione e segua tutte le indicazioni datele dal suo urologo, l'unico che ha valutato in diretta la sua particolare situazione clinica e quindi l'unico che può dare le corrette osservazioni ed, in questa prospettiva, si goda pure, rilassato e tranquillo, le sue vacanze.

Ancora un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
la ringrazio per la sua risposta.
Proprio ieri ho parlato con il mio urologo e mi ha ribadito che posso stare tranquillo. I tre esami fatti escludono possa trattarsi di qualcosa di batterico e la visita dermatologica è risultata in regola. Inoltre vi è una netta comunanza di sintomi con gli episodi precedenti. Il fatto poi che i sintomi stiano scomparendo in maniera lenta ma graduale (attualmente sento solo una lieve sensazione di "tirare" sotto i testicoli che risulta fastidiosa solo quando sto seduto su superifici dure) è un ottimo segno.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene tranquillo e comunque ci aggiorni, se lo desidera.