Utente 270XXX
Gent.mo dr. Vannucchi,

visto che lei è sia psichiatra che farmacologo, vorrei esporle il mio caso e chiederle alcune delucidazioni.
Oramai è passato molto tempo (3 anni) da quando si manifestarono i miei sintomi : già nel secondo quadrimestre della quinta superiore capitavano momenti in cui iniziavo a sentirmi un po' stanco e svogliato (e anche la mia percezione nella masturbazione iniziava a cambiare ed essere meno piacevole, più "legnosa"), ma nonostante tutto ho fatto bene gli esami di maturità. Fu poi dopo la fine della maturità che le mie sensazioni ed emozioni improvvisamente scomparvero, e il mondo esterno mi sembrava più buio e più smorto, con colori meno intensi. Le emozioni molto belle che provavo con la musica, tutto ad un tratto, non le sentii più. E le stesse cose che facevo con piacere (andare in bicicletta, ad esempio), non mi davano più le stesse sensazioni di prima.All'inizio dell'università, invece di migliorare (come in realtà mi aspettavo), ebbi momenti di sofferenza acuta, con forte oppressione toracica e senso di pianto nel petto. Nei momenti più acuti, anche senso di dolore emotivo.
Quello che le vorrei chiedere è : possono esserci collegamenti con i vaccini fatti in quell'anno, dato che questo stato di assenza di emozioni persiste?
Mi vaccinai verso la fine del 2007 contro l'influenza, e circa 7-8 giorni dopo ebbi alcuni pensieri un po' depressivi (ho ricostruito il tutto attraverso la corrispondenza mail dell'epoca). Poi, alla fine del 2008, quando già stavo male (avevo iniziato l'università), fu proprio dopo il vaccino che si acutizzò questo senso di dolore interiore molto forte che, se pur ad intermittenza, durò per alcuni mesi. Nel mezzo, a marzo 2008, mi vaccinai anche contro la meningite. Preciso che nel periodo gennaio-giugno 2008 ebbi alcune eruzioni cutanee che mai avevo avuto prima (ma forse erano legate all'intenso vissuto affettivo dell'epoca)
Oggi, a distanza di 3 anni, e dopo aver tentato un paio di terapie con SSRI a dose base senza effetti, mi trovo ancora in questo stato di assenza di emozioni. L'ultima visita psichiatrica fatta ha evidenziato una tendenza ossessiva da trattare con psicoeducazione, mentre si è esclusa una terapia farmacologica perchè in famiglia vi è un caso di disturbo schizoaffettivo. Ma il mio problema principale è quello di non riuscire a provare emozioni, gioia, e sensazioni in quello che faccio. E questo dura da molto. Qualsiasi stimolo cerchi di propormi, sono come impermeabile al mondo esterno. E' molto brutto. Per questo le chiedo se può darmi qualche consiglio in generale, ed inoltre se ritiene che i vaccini, dato quello che le ho scritto (esplosione del senso di dolore dopo l'antinfluenzale) possano avere influito, magari in modo irreversibile.
Queste paure mi derivano principalmente da questo studio : http://www.vacinfo.org/man1742_1747.pdf
in cui si afferma che i vaccini favoriscono l'attivazione della microglia e la produzioen di citochine infiammatorie "depressogene".

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
i sintomi che riferisce di non provare piacere viene efinito anedonia ed è un sintomo cardien della depressione che deve essere trattata adeguatamente (mi scusi se ho parere discordante) con farmaci;i vaccini non sono la causa della depressione ma transitoriamente in certi casi possono dare degli effetti"down" non che,nel suo caso, causino la depressione
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2007
In quello studio si dice che i vaccini possono dare questa sorta di attivazione cronica delle cellule immunitarie del cervello, e quindi causare la persistenza dei sintomi depressivi (sempre secondo quello studio, nelle autopsie di persone con autismo sarebbero state trovate queste alterazioni); ma probabilmente non è uno studio con grossa credibilità scientifica.

Per quanto riguarda i farmaci, in effetti, ho provato due diverse molecole (Fluoxetina e Sertralina, la seconda per poco tempo), e non ho sentito alcun effetto.
Vedremo...anche se per me tutto questo è un handicap forte nella mia vita. Non è facile non godersi nulla da 3 anni (tutte le cose che più mi erano care e mi davano gioia), e quindi è difficile capire anche come orientarsi per il futuro.

Nel frattempo la ringrazio.
[#3] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2007
Però, mi sono ricordato due cose curiose :

1) dopo la vaccinazione del 2007, sentii come degli scricchiolii in testa che durarono per alcuni giorni. Io, in generale, ho sempre avuto la tendenza ad avere reazioni di somatizzazione, ma quella fu particolare.

2) sempre nei mesi successivi, ricordo che sentivo uno strano scricchiolio all'orecchio sinistro. Inizialmente non se ne capiva l'origine, poi, mentre mi facevo la barba, notai che in contemporanea allo scricchiolio si muoveva una zona alta della gola (zona in cui c'è una sorta di rigonfiamento). Quando mi accorsi di questo, dopo un po' imparai a controllare il movimento (che evidentemente prima era involontario), ed infatti quel fenomeno non si è più verificato.

Tutto questo potrebbe essere legato con la vaccinazione fatta e i miei disturbi emotivi di questi anni?

Chiedo scusa se sono insistente, ma purtroppo io non vedo bene il mio futuro, proietto lo stato attuale nel futuro, dubito che riuscirò mai ad uscirne (farmaci fino ad ora inefficaci), e sento terribilmente il peso degli anni che verranno.
[#4] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
come le avevo accennato in certi casi,anche se non frequentemente,le vaccinazione possono indurre effetti collaterali di tipo"nervosismo",ovviamente chei ne è predisposto li accusa di più
[#5] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottore,
anche il fatto che qualche giorno dopo la vaccinazione, quando già non stavo bene, si fosse acutizzato una sorta di dolore toracico emotivo intenso, può far parte di questo quadro di nervosismo?
Poi, dopo i periodi di malessere più intenso, quel dolore è passato. Speriamo non ci siano stati danni neurologici.
In ogni caso farò a breve un nuovo controllo psichiatrico.
[#6] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore,
un medico mi ha prescritto 3 compresse di iperico (300 mg) al dì. Ora mi sento stanco, abbastanza intontito, e solo ora mi sono accorto che il dosaggi consigliato era di 1 compressa al dì.
Cosa dovrei fare? Ora non lo sto più prendendo...
[#7] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
il dosaggio prescrittole è adeguato,tenga presente che l'iperico presenta molte interazioni farmacologiche per cui valutare sempre la possibile interazione quando assume un farmaco per altri disturbi
[#8] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio.
Non assumo altri farmaci in questo momento.
In ogni caso, per precauzione, abbiamo deciso di ridurre le dosi.
[#9] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottore,
poichè sono un po' influenzato, vorrei sapere (ho mandato l'email anche al medico che mi ha prescritto l'iperico...vedo chi mi risponde prima) se posso prendere il paracetamolo. Ci sono interazioni? O meglio l'aspirina?
[#10] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
nessun problema per il paracetamolo o l'aspirina