Utente 168XXX
gentili dottori,
mio marito ha effettuato uno spermiogramma all'ospedale del Ponte a Varese ottenendo i seguenti risultati:
Giorni astinenza 3
volume 4,1 ml (2-6)
aspetto grigio opalescente
reazione (pH) aumentata
liquefazione a 30 min incompleta
agglutinazione dopo 120 min assente
spermatozoi 54 10^6ml (>20)
spermatozoi 221,4 10^6 (>40)
cellule rotonde 1 10^6ml
leucociti <1 10^6ml
spermatozoi con motilità progressiva(dopo 60min) 35,1 10^6ml
spermatozoi con motilità progressiva(dopo 60min)65% (>50)
spermatozoi con motilità progressiva rapida 28% (>25)
spermatozoi con motilità progressiva lenta 37%
spermatozoi con motilità non progressiva 9%
spermatozoi immobili 26%
spermatozoi con morfologia normale 24%
spermatozoi con morfologia anomala 76%
anomalie testa 71%
anomalie tratto intermedio 5%
coda 0%

mi chiedevo quali problemi potrebbe dare un pH leggermente alterato come il suo (8,2), l'aumento di viscosità e l'incompleta liquefazione?
è il caso di eseguire un conrollo andrologico per scongiurare eventuali infezioni oppure rienra in un quadro normale?
per la viscosita leggevo di utilizzare del flumicil, puo essere assunto a piccole dosi per il problema?

grazie per la gentile attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile lettore, le consiglio di valutare il dato seminale alla luce delle visita andrologica specialistica, illustrando allo specialista il quesito per cui ha eseguito l'esame, vista la giovane età.
il pH ai limiti alti , in presenza di normali livelli di globuli bianchi, non deve preoccupare

cordialità
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

il liquido seminale sembrerebbe dotato di accettabile capacità fecondante.
Se state cercando di avere una gravidanza convinca suo marito a fare una visita andrologica ( a Varese lavorano buoni andrologi) come lei sicuramente avrà fatto con il suo ginecologo.
Perchè i maschi no??
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
grazie per le celeri risposte
alla luce di quanto detto valuteremo tramite specialista.
i nostri rapporti (nell'attesa della visita)possono comunque restare non protetti o c'e il rischio di una trasmissione di qualcosa?
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
in presenza di una relazione stabile (cioè coppia fissa) e in assenza di ricerca di prole, la valutazione di rapporti non protetti resta una scelta condivisa della coppia.

al momento non ci sono evidenze di infiammazioni delle vie seminali, ma resta il fatto che bisogna visitare il paziente.

arrivederci