Utente 218XXX
Sono un uomo di 50 anni obeso ed iperteso. Mi capita frequentemente di svegliarmi durante la notte con i battiti del cuore accelerati oltre le 100 pulsazioni. E' una sensazione spiacevole che dura parecchio fino a che non mi riaddormento. Qualunque tentativo di rallentare i battiti con la respirazione e inutile. Sono preoccupato. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il sovrappeso induce la tachicardia. Anche alcuni farmaci anti ipertensivi possono fare aumentare la frequenza.
Ovviamente devo dare per scontato che lei non sia un fumatore.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se è fortemente obeso, un'ipotesi dignostica da tenere presente per la sua sintomatologia è che si tratti di una sindrome delle apnee notturne. Chieda al Suo curante se ritiene opportuna una polisonnografia, esame indispensabile per confermare o escludere questa sindrome.
In ogni caso, un ECG Holter (esame molto più semplice da eseguirsi) potrà registrare cosa effettivamente accade alla Sua attività cardiaca nel corso delle 24 ore ed orientare ancor di più la diagnosi e la relativa terapia.
Cordiali saluti