Utente 958XXX
Salve a tutti,
vorrei chiarimenti per alcuni sintomi più o meno recenti.
Fino a un' anno fa sono stato soggetto ad alcuni vizi (droga e alcool) con le relative conseguenze tipo episodi di impotenza, fortunatamente transitori, quindi diciamo con non poca sofferenza sono ritornato ad una vita corretta, a parte la cura metadonica che tra l' altro è alla fine.
Il vero problema consiste in alcuni sintomi che risento più marcatamente da qualche giorno perchè gia alcuni mesi fa ho risentito di alcuni di tali sintomi, allora due settimane (non so se è collegato) fa ho avuto la febbre max 38,7° per tre giorni con mal di gola, mancanza d' aria e stanchezza, dopo antibiotici e andata via pian piano in 6 giorni, poi due o tre giorni fa al risveglio avevo il migliolo e anulare sx formicolanti e sentivo il cuore in tachicardia credo si dica così in pratica sembrava una mitraglietta, poi al pomeriggio mi si riaddormentarono le dita sx, avevo molta fame d' aria, ed ero molto stanco..
Non ho fatto più caso alla tachicardia, ma oggi pomeriggio mi è successo lo stesso, ed ancora adesso ho le due dita formicolanti.
Vorrei capire se si tratta di episodi cardiaci benigni, oppure (spero di no) di una piccola arteria o vena in via di occlusione?
Ringrazio in anticipò chi risponde con sincerità, so gia che servirebbe una prova da sforzo, ma vorrei capire se posso evitarla, grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi sono molto generici per attribuirli necessariamente ad una alterata attività cardiaca. Le consiglio di parlarne dapprima con il suo curante per gli eventuali approfondimenti, al momento le consiglierei di sottoporsi ad una visita cardiologica preliminare associata ad uno studio ecocardiografico ed HOLTER ECG.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2012
grazie della sua attenzione,
allora suppongo in linea di massima che posso aspettare per vedere se i sintomi aggravano, voglio dire da ignorante in materia non credo che un infarto possa arrivare in modo graduale con questi sintomi giusto?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Guardi, in linea di massima ma con tutti i limiti di un consulto on line, i suoi sintomi non mi sembrano affatto di natura cardiaca. Saluti
[#4] dopo  


dal 2012
Ok, negli ultimi giorni infatti non ho avuto più questi episodi, probabilmente era lo stress, cmq in caso ritornino vado dal medico curante e mi faccio segnare gli esami del caso, la ringrazio mille con il suo consulto ho risparmiato inutili esami, Gentili Saluti