Utente 220XXX
Gentile dottore, mio padre da un po di tempo accusa giramenti di testa e vertigini intorpidimento nella nuca, lui ando dal medico varie volte, ma il medico non lo ascolto' allora mio padre sentendo sua sorella gli disse perche non fai un ecodoppler per la carotide, e da li si scpri che risutavano un po chiuse da una parte una 50% dal altra un 40% poi fece una risonanza con contrasto e gli esiti dissero questo parte dx non passaggio ematico dal altro ritultava chiusa il 85 % ora la sua neurologa fare un ecodopplert alla carotite e alla testa per veddere se si riesce trovare un alternativa per far si adeguare il passaggio del sangue ove ora e chiuso. MI domando dato che ha una alteria chiusa completamente come mai nessuno si e accorto di nulla? nessun attacco di ictus? o altre sintomi? si puo' vivere con un alteria in meno? e quanto puo' vivere ancora mio padre?
scusate le tante domande ma sono preoccupata
s.
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

le ricordo che queste consulenze telematiche hanno dei grossi limiti.

primo fra tutti il fatto che per esempio lei non ha indicato l'età di suo padre, così come non è possibile vedere le immagini e leggere i referti o ancora non poter parlare con il paziente e ancora più visitarlo.

partiamo da una nota positiva: il fatto che nonostante l'ostruzione carotidea non ci sono finora ravvisati gravi sintomi (tia, ictus) la trovo una notizia positiva. consideri che il circolo cerebrale è garantito non solo dalle carotidi (destra e sinistra) ma anche da due arterie vertebrali (verosimilmente pervie e ben funzionanti).

direi che dovrebbe essere visitato da un chirurgo vascolare per una accurata valutazione e la scelta strategica sul trattamento endovascolare o aperto.

all'ultima domanda è chiaro che nessun professionista serio potrà mai risponderle.

cordiali saluti e mi tenga informato
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
buona sera mio padre ha fatto angiografia, e i medici sconsigliano l'intervento per varie calcificazioni la chiusura e del 95% e l'altra parte il 35% prende vari farmaci per fluidificare il sangue noi siamo di parma mi può consigliare una struttura che fa interventi difficili per avere un altro consulto?
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
nella sua città esisteranno presso gli ospedali reparti di chirurgia specialistica vascolare.

credo che sia opportuno rivolgersi a loro.

cordiali saluti