Utente 217XXX
Buongiorno,
io ho 38 anni e mio marito 42, abbiamo già fatto 4 iui senza risultati.
Questo era il primo spermiogramma fatto a novembre 2010

volume (ml) 3,5
concentrazione spermatozoi (mil/ml) 57
nr totale spermatozoi 199,50
Motilità
progressiva attiva 0,0
progressiva non attiva 50,0
in situ 20,0
immobili 30,0
Morfologia
Forme normali 5,0
anomalie testa 86,0
anomalie collo 6,0
anomalie coda 3,0

dopo capacitazione
Nr spermatozoi 42
Motilità
progressiva attiva 30,0
progressiva non attiva 70,0

Leucociti assenti
Mar test negativo
agglutinazioni assenti

a settembre 2011 questo è lo spermiogramma
volume eiaculato 3 ml
nr spermatozoi 123.000.000
nr spermatozoi x ml 41.000.000
agglutinati <10%
Motilità
spermatozoi mobili: 47%
motilità progressiva 40%
motilità non progressiva 7%
immobili 53%
Morfologia
forme normali 8%
Forme abnormali 92%
anomalie testa 77%

Totale spermatozoi mobilità progressiva ml: 16.400.000
Totale spermatozoi motilità progressiva per eiaculato: 49.200.000
Swelling test %: 80
Eosin test% 80
Mar test negativo
Leucociti: alcuni

A gennaio 2011 aveva fatto un visita da un andrologo che aveva fatto le varie ecografie e gli aveva dato una cura che doveva e ha seguito per 6 mesi, gli aveva prescritto: Immugen R e Dadavit.

Mi chiedo se la cura era giusta o si potrebbe provare altro e che possibilità di una gravidanza si può avere dato che le forme normali sono solo l'8%.

Ringrazio in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,considerando l'eta matura di entrambi,nonche' il fallimento di ripetute IUI,credo che sia giunto il momento di pensare ad una PMA (FIVET/ICSI),previo consulto tra andrologo esperto in fisiopatologia della riproduzione e ginecolgo di riferimento.Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
al correttop inquadramento del marito mancano ormoni. In ogni caso a parte la prescrizone della terapia, nella cui dinamica non posso entrare, non avendolo visitato, direi che qua oltre ad un problema spermatico, abbastanza modesto peraltro, esiste un problema di qualità degli ovociti, la quale qualità cala dopo i 35 anni, per fisologica riduzione della riserva ovarica. Scusi la scarsa cavalleria. Personalmente, e con i limiti del mezzo a mia disposione, consiglierei di passare a tecnice di fecondazione assitita di livello superiore (Fivet o ICSI) che in in linea teorica, dovrebbero garantire un maggior successo rispetto alla sistemazione d4ella alterazioni spermatiche.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita , le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Un cordiale saluto.