Utente 121XXX
Salve, assumo da 3 mesi propecia per cercare di combattere la calvizia, non ho avuto alcuna disfuzione erettile o calo del desiderio per ora, quello che più mi preoccupa e il rapporto che c'è tra il farmaco e l'infertilità!
E' possibile che assumendola possa diventare sterile con effetto irreversibile per tutta la vita?
O l'eventuale sterilità se c'è, è reversibile con la sopsensione del trattamento come per gli altri effetti collatrali!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,si tranquillizzi...La finasteride non porta a sterilità e,qualora si verificassero alterazioni (modeste) dello spermiogramma (che comunque non ha ancora eseguito,credo),le stesse sono assolutamente reversibili con la sospensione (eventuale) della finasteride.A tal proposito,assieme all'invito ad eseguire un spermiogramma presso un centro specializzato,Le consiglio di rivolgersi ad un andrologo esperto che La possa saggiamente indirizzare in merito.Auguri.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

assolutamente d'accordo con il dottor Izzo
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
riporto per sua informazione e per l'utilità di chi legge questo consulto i risultati di uno studio su 934 pazienti che hanno utilizzato la finasteride 1mg/al giorno per la terapia della Calvizie:

59° meeting annuale della American Academy of Dermatology:

riporto i risultati pubblicati e diffusi:

"L'1.8% degli utilizzatori di Finasteride 1mg ha avuto una riduzione della libido, l'1.3% ha avuto disfunzioni erettili, e l'1.2% problemi con l'eiaculazione.
Questo a confronto con l'1.3 degli utilizzatori di placebo (per gli utenti: il placebo è una cosa che sembra un farmaco ma non lo è, e serve per fare gli studi scientifici) con calo della libido, lo 0.7% con problemi nell'erezione, e lo 0.7% con disfunzioni nell'eiaculazione"

"Questi dati sono calati negli anni successivi, per giungere all'anno 5, in cui solo lo 0.6% degli utilizzatori di Finasteride 1mg/al giorno ha avuto problemi sessuali, dei quali lo 0.3% con riduzione della libido, lo 0.3% con disfunzioni erettili, e nessuno con problemi nell'eiaculazione".

pertanto, allo stato attuale, non esistono correlazioni scientifiche descritte fra finasteride 1mg/DIE e sterilità dell'uomo.

cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Ricercatore Dermatologo, ROMA
[#4] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille a tutti voi, veramente un ottimo servizio, colgo l'occasione per chiedere consiglio su quale andrologo dovrei consultare abito in provincia di Milano, zona di Monza, sapete, purtroppo in esperienze passate ho avuto a che fare aimè con medici(di strutture pubbiche) assolutamnete incompetenti che purtoppo, nel mio caso, mi hanno persino arrecato danni, ora non voglio criminalizzare la categoria tutta, avendo io pure due famigliari medici, però sono diventato un pò diffidente e il vostro consiglio mi sarebbe propio utile!
[#5] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Caro utente ,

prima di pensare a possibili ripercussioni sulla fertilità occorre conoscere la sua situazione attuale attraverso uno spermiogramma effettuato in un valido laboratorio con esperienza nell'analisi del liquido seminale, in quanto se il suo spermiogramma fosse normale non vedo motivo di preoccupazione , in caso contrario qualsiasi farmaco che agisce sulla sfera ormonale potenzialemente è dannoso in caso di spermatogenesi già alterata per altri motivi.

Cordialità

M Castiglioni
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
le corrette osservazioni del collega Laino dovrebbero tranquillizzarla . Comunque, vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questo "suo dubbio" , per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle sue coetanee che sicuramente ,già da anni, conoscono il loro ginecologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2006
Mi servirebbe che qualcuno mi consigliasse un andrologo in zona Monza, Gazie
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
consulti eventualmente il suo medico di medicina generale o il sito ufficiale della Società Italiana di Andrologia.
Ancora un cordiale saluto e tanti auguri per un felice anno nuovo.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#9] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille buon anno