Utente 224XXX
salve sono un uomo di 50 anni, l'anno scorso dopo uno svenimento sono stato ricoverato in ospedale e mi è stata riscontrata una fibrillazione atriale. Per una settimana ho preso amiodar e calciparina ma poi ho sospeso la cura.quindici gioni fà, ho vuto un altro episodio di fibrillizione per 3 giorni e i medici mi hanno ridato la cura dell'anno precedente per altri 7 gioni.Ora prendo metà compressa di lobivon ma 2 cardiologi mi hanno consigliato l'intervento di ablazione,dicendomi che le probabilità di riuscita sono del 90%. sono preoccupato e non so cosa fare anche perchè mi hanno detto che la fibrillazione potrebbe provocare ictus.cosa mi consiglia? attendo una sua risposta...grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Innanzitutto, essendo gia' il secondo episodio lei deve iniziare terapia anticoagulante orale con Coumadin.
Per cio' che concerne l'ablazione solitamente essa viene posta come indicazione qualora la terapia antiaritmica farmacologica sia inefficace e/o mal tollerata. La riuscita dell'ablazione non e' cosi' ottimistica come le e' stato detto (non e' il 90%).
Resta comunque un'opzione qualora i farmaci antiaritmici fallissero (propafenone, flecainide, dronedarone, amiodarone..).
Il punto fondamentale e' pero' la anticoagulazione ortale con warfarin (Coumadin) o acenocumarolo (sintrom). L'aspirina non e' in grado di prevenire efficacemente le manifestazioni tromboemboliche legate alla fibrillazione atriale.
La riuscita o meno di un terapia farmacologica dipende da molte variabili che possono essere dedotte da un ecocardiogramma accurato.
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
salve...in primis la ringrazio per avermi risposto.Per quanto riguarda gli anticoagulanti, a causa di perdite rettali mi sono stati tolti. Ora prendo solo metà compressa di lobivon come metabloccante e solo durante la fibrillazione faccio 1 siringa di calciparina al giorno associate a 2 compresse al giorno di amiodar...ritiene che questa cura possa bastare?P.S. con questa cura la fibrillazione possa dopo 24 ore
[#3] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Dimenticavo di dirle che ho una malformazione al petto (pectus exavatum) ritiene che possa essere la causa della fibrillazione?
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Di sanguinamento rettali non si muore, ne' si hanno invalidità permanenti come può succedere a causa di tromboembolie purtroppo frequenti nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica.
La terapia che lei sta EF.feltrando non ha alcun senso ne' la protegge sia dalla fibrillazione atriale ne' dalle embolie.
Detto questo il pectus excavatum non ha niente a che vedere con la fibrillazione
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org