Utente 535XXX
Ho subito un intervento di varicocele di 2°- 3° grado giovedi con la tecnica non chirurgica: mi sono state applicate delle spirali in titanio all ' interno della collaterale. Sto facendo una terapia antibiotica ed il dolore lentamente sta diminuendo. Dopo 3 giorni di riposo assoluto a letto oggi(domenica) mi sto alzando dal letto a piccole dosi. Il gonfiore del testicolo è ancora presente. Volevo sapere quando posso riprendere l' attività masturbatoria? Ho notato, forse per un condizionamento psicologico, che il desiderio èaumentato. E' normale?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Tutto normale direi. La ripresa dell'attività sessuale in genere è consigliabile dopo un mese.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

domande da porre a chi la ha operata.
Comunque, a mio parere, non ci sono impedimenti ad avere una attività masturbatoria anche pochi giorni dopo la procedura
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio i Dottori delle risposte. Nel praticare la masturbazione ho osservato che la quantità di liquido seminale emessa è molto maggiore rispetto alla norma. Come mai? Visto il mio decorso operatorio conviene portare degli slip, boxer,biancheria stretta, larga. grazie
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
la quantità del liquido seminale dipende da molte variabili (periodo di astinenza , fattori psicologici , ecc, ecc) quindi può essere normale quello che le è successo; infine monitorizzi con il suo chirurgo il decorso post-operatorio e con lui decida che tipo di indumenti deve portare.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#5] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore la maggiore quantità di liquido seminale potrebbe essere legata nel suo caso alla maggior periodo di astinenza legato all'intervento, per quanto riguarda la masturbazione concordo con il dott. Pozza non ne vedo cioè impedimenti particolari.
Cordiali saluti
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Comunque ci aggiorni sulla sua situazione clinica, se lo desidera.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
ringrazio tutti i dottori dei consulti dati. pongo una ulteriore domanda. volevo sapere se la masturbazione può essere causa del varicocele. io pratico questa attività quotidianamente. dopo l' intervento durante la masturbazione avverto un dolore nella parte suoeriore al testicolo sinistro (quello operato). è normale?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
da dove nascono queste sue visioni così sessuofobiche sulla masturbazione? Se fosse una causa scatenante un varicocele credo che tutti i maschi ne sarebbero affetti. Tranquillo e per il momento sospenda, almeno in fase post-chirurgica precoce, la sua attività masturbatoria e riconsulti il suo chirurgo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org


[#9] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Purtroppoè una concezione inconscia che mi porto dietro. Ho ripreso l' attività masturbatoria dopo 3 giorni e mezzo dall' intervento. La mia paura è che possa formarsi nuovamente il varicocele o ancor peggio l' idrocele. Ringrazio
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo e si rilassi. I dolori da lei lamentati non indicano una recidiva del varicocele o l'insorgenza di un idrocele ,in molti casi dipendono invece dalla contrazione della muscolatura che circonda il funicolo spermatico che viene toccato durante l'intervento chirurgico, quando si ha un'eiaculazione. Questo scatena "fastidio e dolore". Per questo è bene seguire l'indicazione che le ha già dato nella prima risposta il collega Castiglioni.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org