Utente 229XXX
Salve,sono una ragazza di 26 anni,studio e lavoro par-time come baby sitter. Da più di un paio d'anni soffro di dolori ad entrambe le mani,nello specifico il dolore è ai due pollici.Non riesco più a tenere una qualsiasi cosa in mano e soprattutto non riesco a scrivere x molto tempo,cosa che nel mio caso, essendo una studentessa, mi crea un sacco di problemi.Ho fatto analisi del sangue risultate negative.Ho fatto un sacco di analisi. Prima un ecografia alla sola mano destra ( perchè all'inizio il dolore era localizzato solo a questa mano) con risultato : NON EVIDENTI ALTERAZIONI MORFOLOGICHE ED ECOSTRUTTURALI DELLE STRUTTURE IN ESAME. Poi ho fatto i raggi al polso e alla mano destra,con esito : NON ALTERAZIONI OSSEE TRAUMATICHE O D'ALTRA NATURA RX EVIDENZIABILI. A distanza di qualche mese dopo terapie a base di antiinfiammatori il dolore si è protratto anche alla mano sinistra,, cosi il medico curante mi ha fatto fare un elettromiografia, con esito : TUTTI I PARAMETRI ELETTRICI RELATIVI ALLE LATENZE,AMPIEZZE,DURATE E VELOCITA' DI CONDUZIONE E SENSITIVA DEI SEGMENTI NERVOSI ESAMINATI RIENTRANO NEI RANGES DI NORMALITA'. Dopo di chè esasperata sono andata a visita da uno specialista della mano a Messina. Al termine della vista il dottore mi ha diagnosticato una " TENOSINOVITE FLESSORE PRIMO DITO MANO DESTRA E SINISTRA". Mi ha consigliato di fare un ciclo di 10 sedute di Laser e Ultrasuono terapia ad entrambi i tendini e terapia farmacologica con : Ligatender (1 bustina al dì prima dei pasti per 15 giorni),Bruefen ( una bustina al pasto principale per 10 giorni) e Keplat ( 1 cerotto applicazioni locali la sera. in più ho usato il tutore all'inizio solo alla mano destra e solo di notte,poi anche tutto il giorno ad entrambe le mani. A distanza di mesi con annesse due infiltrazioni ma il dolore non voleva saperne di migliorare!Quest'anno a Febbraio sono stato operata al pollice destro ma se all'inizio si poteva notare qualche miglioramento,ora che siamo a Novembre il dolore è esattamente come all'inizio se non più fastidioso. Io onestamente non so più cosa fare!A metà dicembre mi hanno dato da fare un'altra elettromiografia ad entrambe le mani.
La ringrazio per il suo tempo.
Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

credo sia impossibile fornirle una risposta soddisfacente senza poter vedere direttamente la situazione, tanto più che il quadro mi sembra piuttosto confuso.

Certamente non mi sembra ci siano problemi di natura neurologica, per cui una nuova EMG è probabilmente inutile.

Non serve fare esami "a tentoni", ma indirizzare sulla base di concrete ipotesi diagnostiche: queste, a loro volta, nascono da una accurata visita specialistica; l'esame diagnostico è solo una conseguenza, non può precedere l'esame clinico.

Ora, il motivo per cui dopo l'intervento ha più disturbi di prima è difficile da stabilire a distanza: potrebbe trattarsi di un problema diverso alla base del dolore, potrebbe trattarsi di una complicanza dell'intervento chirurgico (ma sono solo ipotesi).

Le consiglio pertanto, di farsi visitare almeno da un altro specialista, per cercare di inquadrare una volta per tutte il problema e solo allora decidere il da farsi.

Buona giornata.