Utente 231XXX
Salve, volevo chiedere cosa potrebbe essere e la gravita' della cosa. Un paio di giorni fa avendo una relazione sessuale con la mia ragazza il mio pene si è piegato,ma in quanto accaduto anche altre volte al momento non mi ha dato nessun problema ne dolore, finito il rapporto mi sono accorto di un gonfiore vicino alla base del pene, il giorno dopo cioe' ieri il gonfiore era scomparso ma in cambio ho un "livido" che ricopre buona parte del pene, eppure ho le erezioni normalmente e non ho nessun dolore particolare, quindi non i sintomi della frattura del pene, che da quanto ho letto sono il dolore e mancanza di erezioni... Cosa devo fare e puo essere grave?
Grazie in anticipo, cordiali saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
meglio andare in pronto soccorso e subito, per valutare che3 sia o meno una frattura del pene.
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Speravo in qualcosa di più ma grazie lo stesso ;)
[#3] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Speravo in qualcosa di più ma grazie lo stesso ;)
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la diagnosi differenziale si fa fra una problema superficiale e duna frattura profonda. La qual cosa va fatta in fretta.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

un "movimento falso" del pene eretto può determinarev una frattura dei corpi cavernnosi con grosso ematoma, dolore, e necsssità di rivolgersi al PS.
Piccole lacerazioni possono indurre una filtrazione ematica degli strati pericavernosi con aspetto di ecchimosi, dolenzia.
Queste lacerazioni possono essere causa di successiva fibrosi cicatriziale riparativa e dovrebbero essere seguite da un andrologo
veda www.andrologiaroma.net
cari saluti