Utente 123XXX
Buonasera, da alcuni mesi, esattamente non ricordo il numero preciso ma comunque abbastanza, ho riscontrato nella zona coccigea tra i due glutei e sopra l'ano (in mezzo insomma), una specie di pallina di carne, semidura, della grandezza di una biglia. Inizialmente, non provando dolore (gli unici fastidi sono a volte quando mi siedo toccando quella zona) e non facendoci più di tanto caso, pensavo fosse qualcosa di normale. La cosa strana è che da ieri questa pallina si magicamente spostata, non si trova piu nel punto preciso dov'era prima ma un po' più a sinistra verso il gluteo e tutto ciò mi ha impensierito non poco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Beh, che proprio si sia spostata mi sembra molto strano... Magari ha cambiato dimensioni e forma a seguito di un processo infettivo, simulando quindi una specie di migrazione. Credo comunque che sia meglio contattare il suo Medico e lasciargli dare un'occhiata: se si trattasse di una cisti sacro-coccigea, come lei stesso ritiene, il problema e' risolvibile. E in ogni caso si sara' levato ogni dubbio sulla natura della neoformazione in oggetto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Sono andato dal mio medico di base,e,come immaginavo mi ha confermato la presenza di questa ciste pilonidale, che oltretutto è anche di dimensioni modeste. Mi ha detto che finché rimane cosi e non provoca dolore posso lasciarla lì dov'è, l'unica cosa è che quando mi siedo sento un po' di fastidio a volte, ma che comunque nel caso dovesse infiammarsi con pus dovrei andare al pronto soccorso...Mi ha comunque fissato un'ecografia per controllarla, volevo sapere...l'asportazione della ciste non infiammata, niente pus, niente dolore ecc, comporta un intervento molto invasivo?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'asportazione di una ciste sacro-coccigea di fatto e' possibile solo quando essa non e' infiammata (cioe' quando non c'e' l'ascesso), e l'invasivita' dell'intervento dipende da moltissimi altri fattori. Quando invece la cisti e' infiammata l'intervento e' controindicato. Se vuole approfondire questo argomento puo' leggere il mio articolo in merito.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Letto ora, molto interessante ed esaustivo devo dire..Un'ultima cosa, se uno pratica attività agonistica, per un intervento del genere quando dovrebbe stare fermo?
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Molto dipende dalla tecnica utilizzata: come avra' certamente letto infatti le differenze tra le opzioni "chiusa" e "aperta" sono notevoli: direi da poche settimane e qualche mese, tanto per darle un'idea...
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Salve, a distanza di più di anno rispondo qua per evirare di aprire un altro consulto. Purtroppo dopo tutto questo tempo sono ancora in lista di attesa per l'intervento e a questo punto mi sto sinceramente ricredendo sul farlo.

E' vero che sento queste due palline che non sono il massimo però primo non si vedono, due non danno fastidio a meno che non mi sieda proprio su quel punto su una superficie dura (fortunatamente sono in una zona che quando mi siedo normalmente non prendo).

Chiedo a lei che è un'esperto, dato che in più di due anni che ho questo problema comunque non ci sono mai stati segni di infiammazione, è possibile convincere tutta la vita con questo problema senza dover fare l'intervento?
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Si', è possibile. Ma chi glielo fa fare a vivere con questa preoccupazione? Lei è molto giovane e la sua aspettativa di vita è quindi molto lunga: se la patologia c'è, e se c'è l'indicazione all'intervento, le conviene davvero trascorrere tutta la vita convivendo con il rischio di avere problemi?
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Semplicemente perchè non é un intervento da niente, ha una certa degenza e purtroppo trovo difficoltà nel stare fermo un mese per recuperare dall'intervento, senza contare che ho visto dei video dell'operazione e i buchi/cicatrici che lascia questo intervento non è che siano proprio il massimo esteticamente!

Capisco anche io che sarebbe meglio curare la cosa, però mi sono sorte varie perplessità.

Un'ultima domanda, se non infiammata, la ciste negli anni non dovrebbe aumentare di dimensioni/espandersi vero?

Grazie ancora per le sue risposte
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Su questo lo do perfettamente ragione: non è affatto un intervento da niente! E dalle pagine di questo sito ci "sgoliamo" in continuazione per combattere chi vorrebbe far passare questo intervento (ma anche altri...) come procedure banali e senza controindicazioni.
D'altro canto però, poiché alla sua ultima domanda sono costretto a rispondere positivamente (la cisti potrebbe infatti peggiorare nel tempo), c'è da valutare se non sia meglio, e forse lo è, operare comunque. Sottoponendosi a rischi e complicanze, certo, ma anche risolvendo il problema. Una valutazione, non facile, che spetta al suo Chirurgo.
Cordiali saluti