Utente 541XXX
Invio il “riepilogo schematizzato dei miei esami fatti nel tempo, per conoscere il Vs. pensiero al riguardo dell’esito dell’ultimo ecocolordoppler cardiaco.
Come si vede dai dati del riepilogo allegato, i valori delle dimensioni e del rigurgito sono aumentati per cui la dottoressa mi ha consigliato un ecotransesofageo.
Mi sono sempre monitorato e i risultati sono variati minimamente negli anni, tenendo conto anche del passaggio da una vita quasi sedentaria fino al 96, ad una vita con attività sportive via via più intensa, con cartellino agonistico da cicloamatore.
Nel 2007 ho raggiunto i 10000km con gare e tabelle anche ai carichi massimali.
Questa attività sportiva, forse spiegherebbe le misure un po’ fuori dai limiti dell’atrio e del ventricolo sx ma è normale anche per i lembi della valvola mitralica l’aumento del prolasso e quindi maggior rigurgito e qualche extrasistole di più? O devo pensare per forza che i ”tiranti dei lembi” abbiano dei problemi e quindi quali sono i limiti oltre i quali si opera ed è vero che oggi si tende ad anticipare?
Quanto devono essere i limiti ragionevoli per proseguire nella pratica sportiva almeno a livello turistico, spero mi rimanga questo e che non ci sia da operarsi?
Quanta differenza può esserci nella lettura delle eco tra cardiologi, e quanto è influisce cosa hai fatto il giorno prima degli esami? Io per esempio avevo fatto 120 km in gruppo ad andatura sostenuta con il cuore che ha lavorato spesso vicino soglia anaerobica.
Nato il 22.09.60, alto 184cm, peso da 80kg(estate) a 84kg(Natale).
Vi ringrazio anticipatamente.

Ecco cosa è stato rilevato negli anni da Ecocolordoppler cardiaci:
Val.norm, aorta 24-38, atrio sx 22-40, ventr sx 37-56, FE 52-77, Sett IV 7-11, parete post 12,
ott 88: atrio sx 34 ventriloco sx 56,
ott 93: aorta normale ventrloco sx normale prolasso di entrambi lembi
ott 94: atrio sx nei limiti ventr. Sx nei limiti sett IV normale parete post normale prolasso entr lembi
nov 96: atrio sx 39 ventr sx 57 FE 68 ventr dx normale prolasso mesotelesist con rigurgito
dic 97: ventr sx 57 FE 61 Sett IV norm. parete post norm. ventr dx normale extrasist isolate prolasso entrambi i lembi rigurgito
ott 00: aorta 28 atrio sx 38 ventr sx 55 FE 70 settIV 12 par post 12 prolasso entrambi i lembi
apr 02: aorta 29 atrio sx 41 ventr sx 56 FE 68 settIV 10 par post 10 ventr dx 29 prolasso entrambi i lembi rigugito mesotelesistolico
ott 05: aorta 32.5 atrio sx 42 area 16,19 ventr sx 56,5 FE 70 settIV 8.3 par post 26 extras. Bigem. isolate prolasso entrambi i lembi mesotelesistolico 1+/4+
nov 06: aorta 30 atrio sx 42 area 22 ventr sx 56 FE 68 SettIV 10 parete post 9 ventr dx normale prolasso entrambi i lembi con rigurgito 3+/4+ paps 20
gen 08: aorta 35 atrio sx 46 ventr sx 62 FE 50 settIV 10 parete post 13 ventr dx 26 extrasist bigemine isolate prolasso entrambi i lembi con rigurgito mod/sev 2+/4+ paps 34
NB altri esami:
holter anni 89-91-98-06-08 nei quali sono state rilevatesolo alcune extrasistole sopra e ventricolari lievi e isolate.
SAECG nei limiti nell'98
Prove da sforzo nov.95 aprile/02 ott/05 0tt/06 nov/06 nov/07 tutte senza ischemia e pressione ok
Eco doppler vasi nel 97 e 2002 ok

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Il suo caso meriterebbe di essere valutato con maggiore attenzione...
Ha un cuore che si sta progressivamente dilatando, le pressioni nel circolo polmonare aumentano (anche se non ancora a livelli preoccupanti) e la valvola mitralica "perde" in maniera definita moderata severa.... Tutto questo ha sulla carta un certo peso in termini di indicazione a correggere questo vizio. Tuttavia il tutto deve essere messo in relazione al paziente, alle sue abitudini, alla età, etc...
A mio parere dovrebbe essere visto da un cardiochirurgo....

cordiali saluti

GAD
[#2] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Devo aggiungere che nel frattempo ho eseguito un altro eco a Massa Carrara dal Dr. Festa, Cardiologo conosciuto durante delle visite per mia figlia, del quale riporto i dati.

Elettrocardiog:
ritmo sinusale. Atipie minori della conduz. Intraventricolare destra. Una sporadica BESV.
Ecocardiografia doppler:
Atrio sx dilatazione grado lieve. Dilatazione anello mitralico si. Calcificazione mitralica assente. Prolasso LAM si. Prolasso LAP si. Localizzazione del prolasso mitralico tra p2 e p3. Meccanismo insufficienza mitralica da prolasso dei lembi mitralici, soprattutto lembo post centralmente da allungamento corde. Cinesi Setto IV normale. Dimensione ventr dx normale. Cinesi ventr destro normale. Atrio sx diam M-Mode 41,0 Ao diametro M-Mode 32.0 mm Rapporto Atrio sx/Aorta 1.28. Ventriloco sx diam TD (M-Mode) 37.0 Z Value VSX diametro TS 1.04. FE (M-Mode) 78.75%. Insufficienza mitralica 2+/4. Insufficienza tricuspidale fisiologica.

Credo che se ne desumi che i valori non siano allarmanti, nonostante un aumento dei valori delle dimensioni e diverse extrasistole in più.
Il consiglio comunque è quello di abbandonare l’attività agonistica e di ricondizionare il cuore per vedere quanta reversibilità possa esserci e se quindi possano diminuire extrasistoli e gli altri valori.
L’attività fisica non mi è preclusa, anzi e il prossimo monitoraggio, tra 6 mesi/1 anno non occorrerà fare prove da sforzo, peraltro sempre negative raggiungendo 350W, ma un Holter e un ECO. Per il momento ha escluso la necessità di fare l’Ecotransesofageo.
Quindi io continuerei con del semplice cicloturismo, senza allenamenti con ripetute alla soglia, senza gare a tutta, senza granfondo con 2000 metri di dislivello (sig!).
Non mi è vietato il tipo di percorso, ma devo monitorare il tipo di lavoro che il mio organismo andrà a fare.
Esempio: avendo 47 anni ed una soglia massimale vicina al teorico (220-età) cercherò di stare sempre sotto alla soglia anaerobica (circa 160) eseguendo esercizio fisico tra i 120 e raramente i 155 bpm.
Cosa pensate di quanto ho scritto?
Infine un’altra domanda riguarda le variazioni di extrasistoli, che coincide con un periodo di due mesi per tre allenamenti settimana (sab e dom uscite in gruppo), dove mi sono allenato al chiuso (sui rulli), con intensa sudorazione e a Natale quando sono andato in montagna a sciare, le ho avvertite maggiormente, potrebbero in qualche modo avere influito queste attività?
Affranto ma non troppo ringrazio tantissimo.
[#3] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Mi sono dimenticato di esplicitare ciò che ho già chiesto nella mail, e cioè quanta differenza ci può essere tra le letture dei cardiologi e quanto può influire la stato dell'organismo in quel momento (stanco, valori bassi ecc..) e infine quanto è importante per il cardiologo l'esperienza nel campo sportivo per valutare un cuore d'atleta?
Ho notato che mi è stato detto, leggendo i valori della prova da sforzo che avevo la pressione un pò alta ma che ad un esame più attento e rilevato che si stava parlando di 350w le pressione era ampiamente nella norma.
Grazie delle risposte.
[#4] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
da questo echo sembra che i valori di insufficienza siano meno significativi (2+/4+). non è chiaro tuttavia il valore di diamtetro telediastolico ventricolare sinistro (DTDVS) che nell'eco riportato nella sua prima mail era incrementato rispetto ai precedenti...
Comunque è ovvio che il suo è il cuore di un atleta e come tale ha dei valori in generale maggiori di un soggetto normale. La tendenza al prolasso delle valvole è comunque un elemento che deve indurla a ridurre l'attività fisica agonistica e l'allenamento strenuo...
Se poi i valori dall'eco dovessero peggiorare e clinicamente dovesse avere dei peggioramenti, le consiglio un consulto con un cardiochirurgo (di persona...) per meglio definire cio che è meglio fare...

Auguri!
[#5] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Mi scusi ma ho saltato un rigo del referto per cui lo riporto per intero:
Elettrocardiog:
ritmo sinusale. Atipie minori della conduz. Intraventricolare destra. Una sporadica BESV.
Ecocardiografia doppler:
Atrio sx dilatazione grado lieve. Dilatazione anello mitralico si. Calcificazione mitralica assente. Prolasso LAM si. Prolasso LAP si. Localizzazione del prolasso mitralico tra p2 e p3. Meccanismo insufficienza mitralica da prolasso dei lembi mitralici, soprattutto lembo post centralmente da allungamento corde. Cinesi Setto IV normale. Dimensione ventr dx normale. Cinesi ventr destro normale. Atrio sx diam M-Mode 41,0 Ao diametro M-Mode 32.0 mm Rapporto Atrio sx/Aorta 1.28. Ventriloco sx diam TD (M-Mode) 62mm. Z Value VSX diametro TD 2.19. Ventricolo sx diam. TS (MMode) 37.0. Z Value VSX diametro TS 1.04. FE (M-Mode) 78.75%. Insufficienza mitralica 2+/4. Insufficienza tricuspidale fisiologica.

Quindi riassumendo, interrompo come già scritto l’attività agonistica, ma non mi è precluso lo sport ai livelli aerobici (per intenderci le soglie sono quelle indicate nel post precedente).
Tra 6/10 mesi faccio un holter e un eco di controllo per misurare la reversibilità quale è stata e speriamo bene.
Ringrazio tantissimo e se fosse possibile rispondere anche alle varie altre domande, forse superficiali, che ho posto Ve ne sarei grato.
[#6] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Ho fatto troppe domande?
Non c'è nessuno che approva l'iter?
Vi ringrazio di "cuore"!
dm
[#7] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Prof. Dr. GM Actis Dato
Cardiochirurgo
Ospedale Mauriziano
Umberto I di Torino
Potrebbe riguardare i valori da me riscritti che come detto nei post precedenti avevo inserito errati?
Poi se riguardando gli scritti potesse soddisfare le curiosità riportate le sarei grato.
Io posso aggiungere che rallentando l'attività (2mesi) non avverto più extrasistoli.
Salute dm
[#8] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Come le ho gia scritto in precedenza il suo caso merita di essere valutato in maniera più attenta di persona....non sono talvolta sufficienti dei numeri scritti su un referto per fare una diagosi o una prognosi....

cordialmente

[#9] dopo  
Utente 541XXX

Iscritto dal 2008
Grazie, GRAZIE, grazie!
Insistevo perchè aspettare quando rifarò le visite sperando che i valori siano rientrati nei termini un poco mi stressa.
dm