Utente 226XXX
Salve, ho da poco avuto una TVP della vena poplitea, curata con eparina e calza elastocompressiva, in seguito ricanalizzata, senza sindrome post-flebitica. E' trascorso circa un mese e nel frattempo sto assumendo dei flebotonici.
La prossima settimana sto prendendo un aereo (ho già letto tutto quello che devo fare in un altro articolo postato sul sito); quello che volevo chiedere è questo:
nella città in cui sto andando ci sono delle terme; posso fare dei bagni in acque calde e poi in seguito fredde oppure ci sono dei problemi ??? Ci sono anche diverse saune.
non è la prima volta che ci vado, però questa volta leggendo qui e là non so se posso usufruirne, farà bene o farà male???

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
20% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente
è trascorso solo un mese dall'episodio di TVP poplitea?
quando ha interrotto la terapia anticoagulante orale?
la TVP è insorta a seguito di qualche evento tipo immobilizzazione , trauma ecc?
sono presenti problemi di insufficienza venosa superficiale?
la calza elastocompressiva di che classe di compressione è?
il volo aereo di che durata è?
ha altre patologie in atto o trattamenti medici ?
Sempre con i limiti di una valutazione a distanza, sarebbe utile avere le informazioni di cui sopra per potersi esprimere correttamente.
in attesa cordialmente la saluto
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Salve, scusi se sono stato un pò troppo generico; cmq, mi è stata riscontrata il 3 dicembre e ho fatto iniezioni di clexane 6000 per un mese indossando una calza elasto compressiva di classe 1.
I primi di gennaio sono andato dal medico che mi ha seguito, e con ecolocordoppler ha riscontrato che la vena si era ricanalizzata, la gamba era in buone condizioni,nessun problema di insufficienza venosa superficiale.
Da premettere che non fumo, faccio regolare attività sportiva.Tutto è iniziato con un trauma che ho subito durante un allenamento di arti marziali, esattamente sopra al ginocchio; dopo di che tutto questo probabilmente ha scatenato una sciatalgia violenta e sono stato praticamente "immobilizzato" a letto per una decina di giorni con iniezioni di cortisone, e poi il mio ortopedico ha visto questo gonfiore alla gamba e mi ha consigliato un ecocolordoppler; mi sono quindi rivolto ad un chirurgo vascolare.
Detto questo le dico che il volo dura appena due ore. Finalmente dopo tutto quello che ho passato sto bene e non ho altre patologie.
I miei dubbi sono sia nel posto in cui sto andando, dove le temperature scendono a -15, -16°, e poi riguardo la questione delle terme e delle saune.