Utente 239XXX
Premetto che sono una persona molto, troppo ansiosa.
Ho paura dell infarto da più o meno un anno... però mi dicevo che alla mia giovane età sarebbe stato pressochè impossibile, ho fatto un elettrocardiogramma ad agosto 2010 e uno a marzo 2011, dove il mio cuore risultava sanissimo.
Ultimamente, da circa due settimane però ho sempre perennemente l'ansia (che sembrava stesse passando), faccio una fatica assurda a digerire, ho sempre mal di stomaco, associato a problemi di gastrite, ma mai mi si era presentata in uno stato così forte, ho reflusso gastrico e nausea quasi perenne e disturbi del sonno, più una difficoltà a respirare che per la mia età mi sembra più che eccessiva... così mi è tornata questa folle paura dell'infarto, sono andata a informarmi e leggendo molti articoli ho trovato che le donne possono sentire sintomi rispetto agli unomini gia un mese prima, e sintomi sono proprio quelli che sento io, forte ansia, fatica a digerire, disturbi del sonno... allora una settimana fa sono andata da mia zia che è una cardiologa a fare sia l'elettrocardiogramma che l'eco al cuore, tutto a posto, a parte un insignificante soffio al cuore... questo subito mi ha tranquillizzato, ma il mio stomaco è stato sempre peggio, mi affanno sempre di più dopo i piccoli sforzi e sento il bisogno di respirare profondamente perchè sono sempre come in apnea, poi ho letto che alla mia età si può morire di infarto anche senza patologie e malformazioni, per una fibrillazine ventricolare... ecco io vorrei sapere, avendo fatto la visita una settimana fa, questo problema sarebbe saltato fuori se ne fossi portatrice? Premetto che non fumo più sigarette da novembre, bevo solo a volte il sabato sera, non faccio una vita troppo sedentaria, sono in peso forma anche se per lo stress tendo ad abbuffarmi veramente tanto... Vorrei avere un parere perchè sono molto spaventata.
Premetto che ho anche un po' male sotto l'ascella e fitte al torace a volte quando respiro, ma di solito identificabili se tocco il punto... E dolore lieve a volte solo alla bocca dello stomaco.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei riferisce non sono di pertienenza cardiologica. Penso sinceramente che il suo stato ansioso sia responsabile dei suoi sintomi.
Si tranquillizzi
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
E' che spesso ho dei babtitti irregolati, non tachicardia, semplicemente senti il cuore battere più forte, non veloce forte...

Mi scuso per l'insistenza, ma sono abbastanza spaventata. Premetto che dormo pochissimo, 5 ore a notte massimo, potrebbe essere dovuto a questo la stanchezza o il respiro affaticato?
[#3] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
E soprattutto, avendo fatto l'elettrocardiogramma eccetera, si può escludere l'infarto quasi sicuramente?
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Di quello puo' essere certa.
Arrivederci
cecchiuni
[#5] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto, un ultima cosa, quindi per il mio stomaco cosa potrebbe essere? Devo fare il test per l'elicobacter a breve ma in questi giorni è davvero insopportabile, tra bruciore, dolore, nausea e difficoltà a digerire...
[#6] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Scusi vorrei chiederle un'altra cosa ( perdoni la mia insistenza), stamattina mi sono svegliata e mentre ero nel letto a ogni respiro era una fitta continua alla schiena. Poi hanno iniziato i dolori al fianco sinistro e dopo il mal di pancia, sono andata in bagno, ma il mal di pancia continua, e ogni volta che respiro mi viene male alla spalla sinistra, dietro.... cosa può essere? Aspetto sue risposte, grazie.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede io faccio il cardiologo e non mi occupo di mal di pancia, tantomeno via internet. Consulti il suo medico.
Arrivederci
Cecchini