Utente 558XXX
Salve, sono un ragazzo di 21 anni. Lavoro in un supermercato e sono sempre tra vari sbalzi di temperatura dovuti alle celle frigorifere, il lavoro in se è anche abbastanza pesante soprattutto per gli orari. E' da circa un anno che avverto come una mancanza di respiro, devo tirare spesso il fiato, fare lunghi sbadigli accompagnati da un fastidio nella parte sinistra del torace cioè nella zona del cuore. In passato ho giocato a pallacanestro per 7 anni, ora è curca 4 anni che sono fermo tranne qualche episodio di palestra ogni tanto. Nell ultimo periodo è saltata fuori anche una gastrite con infiammazione all esofago. Ma prima della gastroscopia ho fatto vari test per il cuore tra i quali ECG, tutto ok, esame da sforzo, tutto ok anche questo e ecografia del cuore; in quest ultima mi è stata trovata una lieve insufficienza mitrale ma il medico che ha fatto l esame mha detto che è roba da niente e di fare sport. A me contnua a mancarmi il respiro comunque....è quasi un anno che va avnti sta storia, il medico di famiglia dice sia ansia e somatizzazione e anche lui consiglia sport. Ammetto in passato di aver usato sostanze stupefacenti qualche volta ma raramente e molto poche sentendomi male e accusando questi disturbi di respirazione che poi mi sono rimasti addosso. Fumavo anche sigarette ma nn esageratamente...massimo 5-6 al giorno. NN capisco, puo' essere sta lieve insufficienza mitralica? perke è spuntata fuori cosi all improvviso? nn ho mai avuto problemi del genere in passato....nel frattempo mi sto curando anche per questa gastrite apparsa in sti ultimi mesi. Ho smesso di fumare già da un po' e bevo pochissimo. Risp perfavore..grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Elpidio Pezzella
20% attività
0% attualità
0% socialità
CASTEL VOLTURNO (CE)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
I sintomi che riferisci non sembrano in nessun modo correlati a problemi cardiaci (i "dolori di cuore" non si modificano con il respiro!). Del resto tutti gli esami a cui ti sei sottoposto sono negativi. Non credo nell'ipotesi della somatizzazione, dello stress e quant'altro, pur tuttavia ti dico che per fortuna non tutti i dolori toracici sono di pertinenza cardiaca. Oltretutto mi sembra di capire che soffri di esofagite, presumibilmente da reflusso, e pertanto indagherei più questa ipotesi. Certamente il fumo e soprattutto l'uso di stupefacenti non fa bene al cuore, quindi ritengo che fai benissimo ad eseguire continui screening cardiologici, ma ti invito a rimanere assolutamente sereno.
[#2] dopo  


dal 2008
Grazie per la risp! cmq tutto è cominciato una sera. Ammetto ke ho provato uno stupefacente....e ho esagerato. Ho avuto una specie di crisi respiratoria....il cuore chiaramente andava a mille, ho incominciato a sudare sudare, attacco di calore e sudorazione e fatica ne l respiro. Mi sono sciacquato un po' la faccia cn l aiuto degli amici. Poi sn stato calmo...il calore e la sudorazione nel giro di pochi minuti sn scomparsi ma l'affanno del respiro è rimasto. Da quel giorno continuo ad averlo...col passare dei mesi è migliorato, all inizio per mesi dovevo tirare ui fiato con sospiri lunghi o sbadigli dalla mattino fino alla sera, poi è migliorato, in un periodo mi mancava gia di meno ma sentivo tipo le orecchie tappate tutto il giorno. Poi adesso lo sento ancora ma è lieve, e sento come un solletichino al centro del petto. Cm le ho già scritto poi in questo periodo mi è saltata fuori una gastrite, fastidi ed eruttazioni e me la sto curando. Ma quello era stato un periodo bruttissimo, avevo spesso anche fastidi alla parte sinistra del petto..dolorini. Lei intende che già magari dall inizio era lo sotmaco la causa d tutto?? gli stupefacenti colpiscono anche lo stomaco?? quindi appunto cm le ho gia detto esami del cuore tutto ok....tranne quella leggera insufficienza alla valvola mitralica. Risp . salve