Utente 911XXX
Buonasera mia sorella di 39 anni deve essere operata per la sidrome dello stretto toracico,vorrei sapere se l'intervento porta qualche rischioo,grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alberto Emiliano Baccarini
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Salve gentile utente, la sindrome dello stretto toracico superiore, puo' avere come cause un'anomalia ossea o muscolare: infatti una costa sovrannumeraria o un'anomalia della stessa costa o un'apofisi trasversa diC7 più sviluppata (anomalia ossea) o la ipertrofia dei muscoli scaleni o del m. Succlavio o legamenti fibrosi costo coracoidei ( anomalia muscolare) possono causare la sintomatologia. Quale di queste anomalie provoca la sindrome in Sua sorella le sara' stato sicuramente spiegato dai colleghi. La sintomatologia puo' essere vascolare o nervosa ( a seconda del distretto interessato). Detto ciò l'intervento consta di resezione della prima costa e scalenectomia da sole o combinate insieme (a seconda dell'etiopatogenesi) per via transascellare (soprattutto nei casi con sintomi vascolari) o sovraclaveare ( soprattutto nei casi di sintomatologia nervosa) rispettivamente. Le complicanze descritte sono per la via transascellare la possibilita' di lesioni vascolari, nervose (n. intercostobrachiale) e della cupola pleurica con pneumotorace; per la via sovraclaveare possibili lesioni nervose (n.toracico lungo e frenico), lesioni già descritte dell'apice polmonare e possibilita' di recidive maggiore( proprio perché si domina con più difficoltà la resezione costale). Quindi l'intervento e'importante e deve essere eseguito da mani esperte, come quelle a cui sicuramente si e' affidata Sua sorella. Saluti e ci faccia sapere.