Utente 147XXX
Buongiorno, sono una donna di 25 anni, e da più di due soffro di prurito sine materia, ma non sono più tanto convinta che sia totalmente "sine materia". Ho avuto oggi l'esito del patch test (avevo sospeso l'antistaminico da 2 giorni prima dell'applicazione del cerotto), avevo due macchioline rosse sulla schiena, ma l'allergologo ha detto che era comunque negativo. Io ho fortissimi dubbi di questo, perchè ho rare manifestazioni sulla pelle, con piccoli puntini rossi sulle gambe, e quello è il massimo di manifestazione fisica della mia allergia.Durante l'applicazione del patch ho avuto forti effetti collaterali, con forte prurito alla schiena e sensazione sgradevole alla gola. L'allergologo oggi è stato categorico e poco incline all'ascolto:secondo lui non troverò mai la causa e posso continuare a prendere le mie 8 pastiglie di Tinset al giorno senza problemi.Ho ancora forti dubbi.Gli allergeniche ha applicato sono: formaldeide 1%e2% in acqua, metilsotiazolinone, purtroppo le altre non le ricordo perchè il dottore non mi ha lasciato il foglio con gli allergeni fatti.Ma erano 5 allergeni, e non era presente il nichel, al quale so di essere allergica per reazioni a contatto dei metalli. Ho fatto anche gli esami del sangue per le allergie alimentari, ma non è risultato niente. Le IgE peraltro sono nella norma. Il mese scorso, durante un'influenza, il prurito era quasi scomparso, e penso di avere un sistema immunitario poco efficiente perchè ho spesso sfoghi di herpes e ora anche delle piccole verruche che non vanno via da mesi. Se sospendo l'antistaminico ho anche il respiro affannoso e sensazione di pesantezza al torace, e da quando ho questo prurito ho preso 20 kg, per questo penso che sia un'allergia. Attendo fiduciosa una sua opinione in merito. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
innanzitutto è bene chiarire che il prurito non rappresenta un sintomo automaticamente indicativo di allergia, soprattutto se è classificato "sine materia". Se presenta eruzioni cutanee che possano indurre a modificare tale diagnosi, deve mostrarle all'allergologo (o al dermatologo) che La sta seguendo. La valutazione del prurito (sine materia) comprende comunque alcuni semplici esami di laboratorio per escludere cause organiche note.
Con tutto il rispetto, non posso pensare che il collega abbia dato per negativo un test con delle reazioni compatibili con una positività dello stesso. Posso però osservare che 5 apteni (peraltro escluso il nichel nell'ambito di una storia clinica che richiami il sospetto di ipersensibilità a tale metallo) mi sembrano pochi e che in ogni caso avrebbe dovuto rilasciarLe un documento riportante le sostanze utilizzate e ovviamente l'esito del test.
La sensazione sgradevole alla gola non è inquadrabile come effetto del patch.
«da quando ho questo prurito ho preso 20 kg, per questo penso che sia un'allergia»: non capisco a cosa si riferisca, dato che le allergie non provocano alterazioni del peso corporeo.
Saluti,