Utente 137XXX
Dopo aver avuto un infarto circa 10 mesi fa con relativa angioplastica, la mia vita è cambiata, nel senso che ho paura di tutto, persino del mio nipotino di appena 10 mesi che ha il vizio di tirare delle capocciate al petto. Ho paura anche di correre perchè mi si potrebbe muovere lo stent. Anche facendo la spesa nell'ipermercato ho paura che qualcuno, inavvertitamente mi potrebbe urtare in modo brusco con il braccio o la spalla al mio petto. Faccio bene ad avere queste paure?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No, e penso che lei abbia bisogno di un supporto almeno psicologico.
Esca, cammini e faccia una vita normale.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Come faccio a camminare se devo stare in ufficio a lavorare dalla mattina alla sera? A noi infartuati lo stato ci dovrebbe tutelare e dare l'inabilità, in modo da poterci permettere di curarci per bene e fare tutte le visite necessarie!! Invece dobbiamo pensare al lavoro, perchè l'inabilità ce la fa sognare, e se malauguratamente qualcuno trovasse un capo come ce l'ho io, menefreghista e fanatico del lavoro, che non pensa minimamente ai problemi che hanno i suoi collaboratori, allora il disastro è completo!!! La colpa però è sempre dello stato, che permette tutto questo!!!!!!! Ed adesso ci hanno pure aumentato l'età pensionabile con la riforma Fornero!!! A cosa serve allora il supporto psicologico?!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei mi parla di cose che non sono di mia pertinenza e sulle quali posso essere parzialmente d'accordo.
Per cio' che riguarda lei si ritagli almeno un'ora al giorno per se' per camminare. Consulti il suo medico per cio' che concerne una terapia ansiolitica, dal momento che il suo stent non puo' "muoversi " in serguito a traumi.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della sua pazienza, e la ringrazio dei preziosi consigli.

Cordiali saluti.