Utente 234XXX
Salve. Mi è stata diagnosticata una "Sport Ernia" detta anche "ernia dello sportivo" o "sportsman hernia o Gilmore groin".
Premesso che per alcuni medici neanche esiste o neanche ne conoscono l'esistenza, mi è stato detto che va curata chirurgicamente non come una classica ernia inguinale, ma con degli accorgimenti di carattere chirurgico (che non so spiegare in quanto non ne ho la competenza) come il taglio del nervo ileoinguinale.
Mi è stato consigliato di rivolgermi ad un chirurgo che conosce la materia. Qualche nome da consigliarmi in zona Cagliari?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma è sicuro di voler andare alla caccia di un chirurgo per farsi tagliare il nervo ileo-inguinale ?? (^___^)

Lei forse sta parlando di una sindrome che si può manifestare come una ernia inguinale, ma non lo è, e che tutti conoscono come pubalgia

http://en.wikipedia.org/wiki/Athletic_pubalgia

Ci sono dati che mostrano che su 150.000 interventi per ernia inguinale , nel 5% dei casi si trattava in realtà di pubalgia. Si trattava quindi di errori diagnostici per una scorretta diagnosi prima dell'intervento.










[#2] dopo  
Utente 234XXX

Iscritto dal 2012
Infatti la cosa non mi fa impazzire, anche perchè il problema è bilaterale ed in più non capisco come sia possibile tagliare un nervo senza creare problemi di qualche tipo.
Però la pubalgia è stata esclusa da ogni medico che mi ha visitato ed inoltre sono a riposo da più di due anni. I dolori mi vengono a prescindere dagli sforzi (che in ogni caso, sarebbero sforzi di vita normale).
Si tratta proprio di un intrappolamento del nervo ileoinguinale (bilateralmente), ed a sinistra anche di una sorta di ernia che va a comprimere il nervo e non so cos'altro.
Sto facendo visite da tanti anni, per arrivare a questa conclusione.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si tratta proprio di un intrappolamento del nervo ileoinguinale (bilateralmente)

Posso chiederle cosa la porta a questa conclusione?
grazie
[#4] dopo  
Utente 234XXX

Iscritto dal 2012
La diagnosi di "Sport Ernia" (quindi intrappolamento del nervo ileoinguinale) mi è stata fatta tramite ECG da un medico molto competente in materia e con visita chirurgica fatta da un secondo medico. Certo non si è visto il nervo intrappolato ma si è andati molto per esclusione ed in base ai sintomi (dolore all'inguine che si irradia ai testicoli ed all'addome sino ai fianchi). Son stati esclusi disturbi urogenitali o gastroenterologici ed anche la pubalgia, esclusa in seguito a visita ortopedica.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Cosa intende con ECG?
[#6] dopo  
Utente 234XXX

Iscritto dal 2012
Scusi l'errore nell'abbreviazione. Intendevo ecografia
[#7] dopo  
Utente 234XXX

Iscritto dal 2012
Questo è il referto esatto dell'ecografia:

Esame: ECOGRAFIA MUSCOLO TENDINEA
L'esame delle fosse sub inguinali dx e sn, l'esame della regione pubica e l'esame delle regioni inguino crurali ha evidenziato bilateralmente, una conservata continuità dei ventri muscolari e delle giunzioni miotendinee degli adduttori, dei retti ed obliqui addominali, in assenza di lesioni distrattive e disgiuntive in atto e in esito, non segni di disinserzioni.
Aree fibrotiche di modeste dimensioni inscritte nello spessore preinserzionale dei retti addominali.
Conservata riflessione dei profili corticali delle branche pubiche alla sinfisi, in assenza di irregolarità e frammentazioni da patologia retto adduttoria.
Non porte erniarie inguino crurali, regolare riflessione dello spazio articolare coxo femorale dx e sn in assenza di versamenti articolari.
Si consiglia valutazione chirurgica per verosimile lassità bilaterale della parete addominale come per Sport Ernia.
[#8] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
L'esito quindi e' sostanzialmente normale.Confesso le mie perplessita' di fronte a questa diagnosi ma mi rimetto alla maggore competenza del collega che l'ha visitata.Auguri,
[#9] dopo  
Utente 234XXX

Iscritto dal 2012
Anche io sono molto perplesso! Non mi va molto di farmi tagliare entrambi i nervi e magari senza neanche risolvere il problema!
[#10] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, le confermo che quest'argomento tra i chirurghi generali è poco dibattutto, anche perchè per fortuna già in una piccola quantità di pazienti, circa un 20% degli stessi sofferenti di questa problematica arrivano dopo un sufficientemente lungo periodo di trattamento conservativo ad una procedura chirurgica e non tutti risolvono comunque i propri disturbi. Alla luce di queste considerazioni, le consiglio una valutazione fisiatrica, per decidere un serio programma terapeutico se è il caso, o attuare degli accertamenti più approfonditi per confermare la diagnosi. Se dopo un periodo congruo che deciderà il terapista, si dovesse giungere alla conclusione che solo un intervento chirurgico possa essere utile a migliorare il suo problema, le consiglio di consultare internet riguardo agli interventi chirurgici attuati più frequentemente, che sicuramente non descrivono quello consistente nella sezione dei nervi ileoinguinali come il più efficace.
Cordiali saluti.
[#11] dopo  
Utente 234XXX

Iscritto dal 2012
Purtroppo qui nella mia zona pare che nessuno specialista sappia come comportarsi! Ne avrò girato almeno una dozzina.
Mi pare che l'unica soluzione sia rivolgermi al Prof. Campanelli che è specialista in questo genere di problemi.
Grazie per le vostre delucidazioni.
[#12] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla.
Prego.