Utente 102XXX
buon giorno ,ho 45 anni e da due anni nuoto 3 volte alla settimana per circa un'ora .
dal tempo del liceo accuso a periodi, delle extrasistoli con le quali ho imparato a convivere ,solo ultimamenta mentre nuotavo ho avvertito il classico battito mancante e in contemporanea una fitta acuta e dolorosa proprio dietro lo sterno ,il tutto è durato un attimo ,direi la durata del battito stesso.
l'altra notte si è ripetuto l'episodio ,mi sono svegliato con la sensazione dei batti molto potenti ( ma non accellerati) prestando attenzione a questo episodio, ho avvertito al 3/4 battito intenso, la fitta dolorosa dietro lo sterno ,anche questa è durata un attimo.
tre anni fa o effettuato un ecocardiogramma ,dove si è evidenziato un leggero rigurgito valvolare .
da circa dieci anni assumo crestor 10mg per ipercolesrerolomia famigliare .
di tanto in tanto misuro la pressione che varia in base ai periodi 80/135 -80/145
vorrei sapere se questi sintomi possono nascondere qualche patologia importante e se in attesa di eventuali accetamenti possa continuare l'attività fisica, ed eventualmente quali esami mirati sarebbe consigliabile eseguire .

Ringrazio per la gentile consulenza .Gianluca .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi, per come descritti, sembrano esser dovuti ad una banale extrasistolia, tuttavia considerato il fatto che lei svolge una attività fisica di una certa entità, sarebbe il caso che lei si sottoponesse comunque ad un test da sforzo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la gentile risposta, credo di capire che in attesa di accetamenti ,comunque possa continuare la mia attivita fisica normalmente?

saluti gianluca .