Utente 204XXX
salve vi espongo il mio problema.Sono una ragazza di 24 anni fumatrice con pregressa esperienza di bronchite asmatica.Da una sett circa verso le sei della mattina putuale mi sveglio di colpo con difficoltà a respiratoria, sibilo, chiusura al petto e una tosse grassa...avendo il broncodilatatore prescritto dal medico e assumendolo ogni qual volta ho qst problema..sembra che tutti i sintomi vengano meno...poi durante il giorno sto relativamente bene..ogni volta che vado dalla dott. mi dice che non c'è niente...è tutto libero...ma possibile che la notte mi sento così e la mattina sto bene se fosse bronchite asmatica?poi dal naso mi esce un muco di colore marrone..ma solo dalla narice sx...sarà la fatidica bronchite?o qualcos'altro..?anche perchè oltre questi problemi ho un dolore all'addome superiore destro che mi tormenta da molto tempo...secondo il medico prima era colon irritato poi renella ora non lo sa nemmeno lei..secondo voi qst dolore può essere correlato con qst problemi?ad es polmoni o altro?il dolore in questione è più pesantore con fastidio che si irradia a circolo dietro la schiena e da fastidio...grazie per la risposta in anticipo...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
un quadro clinico caratterizzato da tosse, sibilo, oppressione toracica e difficioltà respiratoria, che recede dopo l'inalazione del broncodilatatore è tipico dell'asma bronchiale.
Il miglioramento diurno può essere legato ad una minore esposizione agli allergeni, alla postura, al fatto che utilizza il broncodilatatore nelle "ore piccole" (soprattutto se si tratta di un LABA).
Mi stupisco che ad oggi non abbia ancora approfondito le indagini e soprattutto smesso di fumare.
Sul dolore addominale è impossibile fare ulteriori ipotesi senza la possibilità di una visitarLa (ma si può ragionevolmente escludere una relazione con l'asma).
Saluti,