Utente 113XXX
Salve mio padre di 62 anni, circa 3 mesi fa ha riportato gonfiore sotto l' orecchio,nell' angolo della mandibola ( non so come indicarvi il punto preciso).Sottoposto a cura antibiotica,dal momento che si pensava a un "colpo di freddo",il gonfiore è diminuito anche se non scomparso del tutto. La "pallina" rimaneva lì ma indolore,fino a una settimana fa,quando si è rigonfiata in maniera evidente. Si è sottoposto a ecografia,tac con e senza contrasto e poi risonanza magnetica. Il radiologo ha parlato prima di Adenoma plemorfo e poi di "tumefazione attendibilmente linfonodale".
Poi ha eseguito la visita presso uno specialista del settore al Gemelli e tale medico ha ritenuto non giuste quelle diagnosi,sostenendo che sia necessaria l' immediata operazione dal momento che già è la seconda volta che si ripresenta e sospetta "cistiadenolinfoma".
Ora mercoledì dovrà subire l' agoaspirato,ma io sono molto preoccupata.Ho letto che anche questa cistiadenolinfoma rientra tra i tumori benigni,ma quante possibilità ci sono che sia maligno? e soprattutto per escludere che la malattia stia già coinvolgendo altri organi cosa bisogna fare?perchè per ora si stanno concentrando solo su quella parte!E poi per i risultati dell' agoaspirato bisogna attendere molto?
Grazie mille anticipatamente!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
non è possibile rispondere ai Suoi quesiti in assenza di una valutazione clinica.
Deve attendere l'esito dell'agoaspirato, senza preoccuparsi inutilmente prima che una diagnosi precisa sia disponibile.
E' opportuno, comunque, che Lei si rivolga direttamente ai sanitari che seguono Suo padre, e che conoscono la patologia. In alternativa potrà parlarne con il vostro Medico di Medicina Generale, che potrà certo aiutarLa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Salve, mio padre ha ricevuto l' esito dell' agoaspirato e purtroppo è maligno. Ha subito effettuato una PET e l' esito è il seguente : "le immagini total-body hanno evidenziato,nei limiti di risoluzione della metodica,area di focale accumulo patologico del radiofarmaco a livello del polo inferiore della parotide di destra (SUV MAX 3,8).
Conclusioni: il quadro PET mostra aree ad elevato metabolismo glicidico nella sede anatomica descritta"
Ci hanno,quindi, tranquillizzato dicendoci che almeno è circoscritto a quella zona.Ci hanno già avvertito che l' operazione sarà lunghissima visto che è anche più grande del previsto.
Allora mi chiedo,vista la grandezza,quante possibilità ci sono che deve essere necessariamente asportato il nervo facciale? noi siamo nelle mani dei medici del Gemelli,è adeguato per questi interventi?
VI prego di rispondermi e non di dirmi che devo rivolgermi al medico che ha in cura mio padre perchè,se era possibile, avrei ovviamente chiesto a lui!
Grazie!